La strigliata della Mercedes ai suoi piloti deve avere prodotto i suoi effetti. Due giorni dopo la lite tra Hamilton e Rosberga causa della collisione di domenica a Spa (QUI IL LIVE DELLA GARA), arrivano le prime parole distensive del pilota inglese: “Il fine settimana è stato molto dannoso e non so come farò a recuperare i 29 punti di ritardo che ho ora da Nico, ma so di poter contare su una grande squadra” ha dichiarato Hamilton al The Guardian.

Rosberg ha consolidato il primato in classifica generale con 29 punti di vantaggio sul compagno di squadra (foto by InfoPhoto) che però pare voler calmare un po’ le acque dopo la sfuriata di domenica: “Le persone che lavorano con me hanno già sperimentato un sacco di pessime gare. Ma so che con il loro sostegno e il sostegno dei tifosi possiamo finire al primo posto. Anche perché abbiamo una grande macchina. E qualunque cosa accada, io metterò sempre al primo posto la squadra, non prenderò decisioni da egoista. Naturalmente, farò maggiore attenzione a non ritrovarmi ruota a ruota con Nico”.

Vedremo se in pista Hamilton tradurrà in azioni concrete le sue parole. I bookmakers gongolano mentre la Fia ha comunicato che non sarà aperta nessuna inchiesta sull’incidente che ha coinvolto i due piloti Mercedes ritenendo che non sussistano i presupposti per l’apertura di un procedimento. Improbabile che Hamilton o la scuderia tedesca decidano di presentare un atto formale che chieda l’apertura di un’inchiesta sulla base di nuovi elementi (come le dichiarazioni dei due piloti). Sarebbe un autogol clamoroso.

LEGGI ANCHE

Intervista più veloce di sempre: un esilarante Hamilton

Nicole Scherzinger: la fidanzata di Hamilton

Marco Mattiacci Ferrari: promessa social “Adotteremo strategie aggressive”