Davvero pensavate che Hamilton potesse cambiare scuderia? Soltanto i malfidati hanno interpretato in modo allarmante l’avvertimento di Withmarsh che comunque ha spiegato dall’inizio che con Lewis era solo questione di soldi. In effetti Hamilton sarà ancora parte della scuderia britannica. 

Hamilton ha stentato a vincere nei primi gran premi della stagione a differenza del compagno di squadra che ha subito imposto il suo ritmo portando a casa il primo gran premio per la scuderia britannica. Poi però Hamilton ha saputo afferrare in un sol colpo primato iridato e GP canadese.

Il tracciato che premia il pilota più talentuoso è finito a Lewis Hamilton che sta per entrare nella storia della McLaren. L’anglocaraibico ha vinto con la sua scuderia ben 18 gare ed è il quarto pilota nella storia della squadra per numero di vittorie.

Lo precedono soltanto Hakkinen con 20 GP, Prost con 30 podi e Senna che ne ha messi a segno 35.

Withmarsh, contratto per Hamilton alla mano, ha messo a tacere un po’ di voci indiscrete:

Queste speculazioni provano a destabilizzarci. Ma la squadra è unita, lavora benissimo con Lewis, il pilota si sente a casa e il nostro unico obiettivo è vincere questo mondiale.

E poi uno sguardo al futuro:

Mi aspetto di vivere ancora tante vittorie con Hamilton, di vederlo correre a lungo per questi colori, abbiamo questa aspettativa e non vedo perché le cose dovrebbero cambiare.