La  Formula 1 è arrivata all’appuntamento con l’automobilismo internazionale a Marina Bay a Singapore. Le attese sono altissime perché si spera in un colpo di reni della Ferrari che garantisca ad Alonso ancora per un po’ la leadership della classifica iridata

Ma le cose si mettono male per la Ferrari che con Alonso partirà soltanto dalla terza fila, Massa ancora più indietro. Strepitoso invece è stato quel che ha fatto vedere Hamilton che mette di nuovo il suo sigillo e quello della McLaren sulla pole.

Vettel, almeno nel venerdì, aveva impensierito l’anglocaraibico di Woking che aveva commesso qualche errore e montato le gomme Soft. Poi però, dopo un cambio gomme, Hamilton, ha girato con le Supersoft ed è diventato imprendibile.

Vettel è rimasto incollato a lui, a una manciata di centesimi di secondo anche durante le Q2. Nelle Q3 la Red Bull ha iniziato a perdere terreno, proprio nel momento in cui Hamilton faceva il suo giro perfetto fermando il cronometro sul 1:46.362. Un tempo grandioso che gli ha assicurato la pole.

E’ la sua terza pole nelle ultime quattro gare che sono comunque finite tutte nelle mani della McLaren durante il sabato. Vettel ha fatto un po’ preoccupare la squadra di Hamilton ma adesso, a conti fatti, c’è da difendersi da Maldonado.