Un nuovo Hamilton quello che parla dal circuito di Yas Marina ad Abu Dhabi. Un campione rinfrancato dal fatto che presto inizierà una nuova avventura con una nuova squadra, lasciando l’alveo che lo ho fatto crescere e laureare anche campione del mondo. 

Oggi Hamilton deve prendere atto che prima di lui ci sono diversi piloti in classifica generale e che la lotta per il titolo iridato è ormai ristretta ad Alonso e Vettel. In fondo gli altri dovrebbero sperare soltanto in un miracolo o in una serie di sfortunate coincidenze.

Ecco quindi che non stupiscono le “dolci” considerazioni che fa Hamilton, pensando ad Alonso e alla Red Bull. In primo luogo Hamilton stende il tappeto rosso per l’asturiano spiegando che è stato il pilota che ha guidato meglio quest’anno, poi riconosce che rivedere la Red Bull in testa sul finale di stagione non è una sorpresa perché a livello “costruttori” è una squadra “senza rivali”, con quel genio di Newey. Ecco le due dichiarazioni rese da Hamilton:

“Sono un gran fan di Fernando e lo ero ancora prima di approdare in F1 e credo che quest’anno abbia guidato meglio di chiunque altro”.

“Vedere Vettel dominare le ultime gare non è affatto una sorpresa, considerando il fatto che hanno dominato anche le ultime stagioni. Sembra che abbiano davvero un’innata propensione e bravura nel migliorare la macchina. Adrian Newey è davvero un genio. Ciò che sta progettando e realizzando è inimmaginabile.”