Vettel si è lamentato molto di quello che è accaduto durante il Gran Premio di Germania dove si è trovato a far sfigurare la sua monoposto rispetto alla macchina degli avversari, nettamente più veloce. Da lì ne è nato un diverbio acceso con Hamilton.

L’anglocaraibico della McLaren ha avuto un fine settimana molto turbolento in Germania e così si è ritrovato a partire da una posizione davvero poco vantaggiosa per lui. Alla fine invece che essere il diretto concorrente di Alonso, il suo inseguitore più temibile, ha quasi fatto il gioco della Ferrari.

In pratica si è ritrovato doppiato dall’asturiano ma capace di stare davanti a Vettel che con la Red Bull riuscita ad arrivare fin sotto la sua vettura senza avere la forza di sorpassarlo. Insomma in quel frangente, nonostante Hamilton avesse perso le speranze di recuperare, è apparso molto più in forma della Red Bull.

Vettel ha chiaramente mal digerito questa mossa di Hamilton che si va ad aggiungere alla sua penalizzazione ed ha rilasciato dichiarazioni al vetriolo all’indirizzo dell’avversario. Poi tutto sembrava rientrato grazie alle dichiarazioni di Horner, ma Hamilton ha gettato benzina sul fuoco rompendo il silenzio:

Quello che ha detto non mi infastidisce per niente, ma sono dichiarazioni che dimostrano la sua immaturità. Non credo di aver preso delle decisioni stupide durante la gara. Non avevo nulla da guadagnare da quel sorpasso, volevo solo cercare di non stare in mezzo ai piedi al mio compagno di squadra.