Si discute di un futuro dove l’energia sia pulita, a costi competitivi e a disposizione di tutti. Ma questo futuro si può anche osservare durante i tre giorni della manifestazione H2Roma 2012, nei padiglioni dell’Eur. L’evento è dedicato all’energia e alla mobilità, ed è giunto all’undicesima edizione. E’ promosso dall’Università La Sapienza, dal Cnr e dall’Enea. E’ fondamentale il coinvolgimento delle scuole superiori, al fine di diffondere una corretta conoscenza delle tematiche ambientali quando si affronta il discorso della mobilità. Ma ad H2Roma si possono anche provare i mezzi di trasporto del futuro (e presente). Infatti sono disponibili 20 vetture tra elettriche, ibride, a metano e a Gpl, per essere guidate dal pubblico attraverso test drive. Si tratta sia di auto di serie che prototipi.

Questo il commento di Fabio Orecchini, docente di Macchine e Sistemi per l’energia e l’ambiente alla Facoltà di Ingegneria della Sapienza, nonché Presidente del Comitato scientifico di H2Roma, pronunciato durante la conferenza stampa di apertura, il 7 novembre: “Il futuro che vogliamo è un futuro dove l’energia sia per tutti. Dove la mobilità sia pulita, sicura e disponibile. Dove le fonti di rifornimento abbiano costi competitivi. Affinché ciò accada bisogna puntare su quattro leve: la formazione, la ricerca, l’industria e il mercato. La ricerca indipendente italiana non ha uguali in Europa e questo noi lo sappiamo”.