Per far comprendere tutti i rischi che si possono correre a guidare un’auto sotto effetto di droghe, Ford ha svelato la “Drug Driving Suit”, la tuta che simula gli effetti degli stupefacenti per istruire i giovani sui rischi.

Leonardo.it ha avuto modo di provarla dal vivo e i risultati sono stati incredibili. Perché la tuta, una volta indossata, simula talmente bene gli effetti degli stupefacenti da lasciare addosso sensazioni incredibili, proprio come se nel nostro corpo ci fossero tracce di cannabis, ecstasy, cocaina, MDMA o eroina.

Una tuta che verrà utilizzata nel corso del programma di corsi gratuiti Ford Driving Skills For Life, divenuti ormai un punto di riferimento in tutto il panorama italiano e non solo, durante i quali l’Ovale Blu cercherà di trasmettere ai giovani guidatori i principi della guida responsabile, insegnando come anticipare il pericolo, prevenire le situazioni di rischio e gestire le situazioni d’emergenza.

La tuta è il risultato di una serie di sviluppi portati avanti da Ford in collaborazione con i ricercatori del Meyer-Hentschel Institute in Germania: “Alcune droghe causano tremori agli arti, quindi abbiamo dotato la tuta di un sistema che simula questo sintomo in modo molto realistico”, ha spiegato Gundolf Meyer-Hentschel, CEO del Meyer-Hentschel Institute. “Altre, come l’LSD, causano distorsioni ottiche e lampi di luce e flash nella visione periferica, un effetto ricreato tramite luci a LED e speciali lenti. Unito ai suoni prodotti dalle cuffie, la tuta crea una stimolazione sensoriale simile a quella che si verifica durante gli stati allucinatori”.

Secondo uno studio condotto in Europa, chi si mette al volante sotto effetto di droghe è esposto a un rischio 30 volte superiore di essere coinvolto in incidenti mortali, tuttavia il 18% dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni ha ammesso di aver accettato passaggi in auto da persone che ritenevano avessero assunto droghe.

La guida sotto effetto di stupefacenti può avere conseguenze fatali per guidatore, passeggeri e per gli altri utenti della strada”, ha spiegato Jim Graham, responsabile del programma Driving Skills For Life. “Abbiamo già ottenuto eccellenti risultati, con la Drink Driving Suit, nell’aprire gli occhi a tanti ragazzi che sovrastimavano le proprie capacità di guida in stato di alterazione, e con la nuova Drug Driving Suit ci aspettiamo di portare ulteriormente avanti il nostro messaggio”.