Come risolvere il problema della guida in stato di ebbrezza? Un aiuto arriva due studenti americani della Miami Ad School, Chennai Divay Seshadri e Megan O’Neill, che hanno ideato un semplice sistema che potrebbe salvare numerose vite umane. Un tattoo luminoso se si beve troppo. Il disegno andrà ad illuminarsi di blu quando chi lo porta ha alzato troppo il gomito e che quindi farà sapere a tutti di non essere in condizione di mettersi al volante.

I due giovani inventori hanno avuto l’idea di utilizzare una tecnologia già disponibile nei test che usano le persone diabetiche per misurare il tasso alcolemico nel sangue. Grazie alla colorazione del tatuaggio, si potrà quindi sapere se il bevitore rientra nei limiti di legge ed è quindi nelle condizioni di guidare. ‘SafeStamp’ assomiglia alle etichette anti-taccheggio presenti sui cd o prodotti in vendita nei supermercati e contiene un microchip in grado di misurare la quantità di alcol attraverso il sudore, grazie alla capacità di attirare, con onde elettromagnetiche, le molecole di alcool.

Il costo del “tatoo anti alcool” è di soltanto un dollaro e molti tra discoteche e locali potrebbero introdurlo tra i timbri che vengono fatti in uscita. Un’operazione che potrebbe essere fatta gratuitamente anche da tutti i bar per dare un contributo effettivo all’incolumità dei propri frequentatori. Il suo uso è stato promosso da un video intitolato “SafeStamp” creato da Heineken International. Il video è visibile a questo link.