La Guida Michelin 2016 è stata svelata al Mercedes-Benz Center di Milano che ha riunito le stelle della ristorazione italiana per la presentazione della sessantunesima edizione della storica guida della casa francese. Sono intervenuti 350 ospiti per una serata di gala che ha premiato i campioni della cucina italiana e sono state confermate le tre stelle Michelin per ben otto ristoranti del Belpaese. Tra le novità della nuova edizione della Guida Michelin 2016, il Mercedes-Benz Center ha tenuto a battesimo dieci nuove stelle Michelin su sette chef, provenienti da sei regioni, a testimonianza della straordinaria varietà della cucina italiana.

La stella Michelin nasce dalla Guida e ha la sua stessa vocazione. La storia inizia nel 1900, da un’idea dei fratelli Édouard e André Michelin per aiutare le poche migliaia di automobilisti francesi alle prese con un viaggio che era spesso aleatorio o addirittura avventuroso. Un ristorante su cui brillano tre stelle “vale il viaggio”, due stelle “merita una deviazione”, una stella è “un’ottima cucina”. Tra i locali segnalati da Michelin, diversi propongono cucina genuina a prezzi contenuti come la cucina pop di D’O firmata Davide Oldani, ambasciatore della Stella, a Cornaredo, in Lombardia. Ma anche il Centro di Priocca d’Alba, in Piemonte, Il Piastrino, a Pennabilli, in Emilia Romagna, e i tre nuovi stellati il Ristorante Shalai, a Linguaglossa, in Sicilia, l’Aga, a San Vito di Cadore, nel Veneto, e l’Osteria Arbustico, a Valva, in Campania.

La presentazione della Guida Michelin 2016, organizzata dalla filiale italiana della Michelin, ha trovato nel Mercedes-Benz Center una cornice ideale per coniugare le due anime dell’azienda francese, che in questi giorni è tra i protagonisti di #IoSonoElettrica, il più grande #eTour mai realizzato in Italia‎ che ha già toccato 16 città tra ottobre e novembre. Un viaggio a bordo di Classe B Electric Drive che, come la cucina, ha unito l’Italia da nord a sud.  La Guida Michelin 2016 è in vendita dall’11 dicembre mentre l’app è gratuita.