Dopo Apple e Google, nella sfida della auto a guida autonoma s’inserisce anche Samsung che scommette sulle vetture che guidano da sole. L’azienda coreana ha infatti deciso di investire in modo significativo sulle auto a guida autonoma e dei sistemi di intrattenimento ma anche nel business della componentistica dove è già presente la connazionale LG che fornisce sistemi per Renault-Nissan che controllano Samsung Motors (che nulla a che vedere con la Samsung dell’elettronica).

Secondo il Wall Street Journal, Samsung sta formando vari team, proprio per realizzare la propria auto a guida autonoma, denominata Galaxy Car: una squadra per seguire lo sviluppo del motore, una dedicata al design e una al lavoro sui sistemi di infotainment del veicolo. L’autorevole quotidiano americano sostiene che il progetto di Samsung sia già in fase piuttosto avanzata tanto che nei prossimi mesi il primo prototipo della vettura a guida autonoma potrebbe fare il suo debutto su strada.

A capo del progetto c’è Kwon Oh-Kyun, vicepresidente della sezione componentistica elettronica di Samsung, mentre il progetto ha ambizioni ben più grandi: creare taxi completamente autonomi da vendere sia negli Stati Uniti ed in Europa. Un progetto che ha già attirato gli occhi della finanza visto che, secondo alcuni analisti, il debutto di una vettura a guida autonoma potrebbe far volare il titolo in Borsa dell’azienda che al tempo stesso potrebbe veder crescere del 30% il proprio fatturato. Qui