A tre mesi dall’inizio del dieselgate, il Gruppo Volkswagen ha comunicato le modalità del richiamo europeo con cui correggerà il software incriminato. Intanto, continua il processo di riorganizzazione aziendale: le funzioni che riportano direttamente al CEO Matthias Müller sono in fase di ristrutturazione. Obiettivo accelerare il processo decisionale, ridurre la complessità e aumentare l’efficienza: “Ora il Consiglio di Amministrazione del Gruppo può dedicarsi maggiormente alle tematiche generali del futuro, alla salvaguardia delle sinergie tra i marchi e all’ulteriore sviluppo della strategia globale - ha dichiarato il CEO di Volkswagen AG, Matthias Müller -. Il team è quasi al completo, con ottimi colleghi, provenienti dall’interno del Gruppo e dall’esterno, che andranno a ricoprire i nuovi incarichi. Ci stiamo concentrando in particolare sui cambiamenti tecnologici che incidono sul futuro della mobilità, dall’elettrificazione alla digitalizzazione. Il nostro obiettivo è giocare un ruolo decisivo nell’evoluzione dell’automobile”.

Sulla base di queste indicazioni, Ulrich Eichhorn (54) assumerà la direzione del dipartimento Ricerca e Sviluppo del Gruppo. Laureato in ingegneria meccanica, Eichhorn ha iniziato la propria carriera in Ford; dal 2000 al 2003 è stato Responsabile della Ricerca del Gruppo Volkswagen. Nel 2003 è diventato Membro del Board per lo Sviluppo Tecnico di Bentley, prima di assumere nel 2012 l’incarico di Amministratore Delegato dell’Associazione dell’Industria Automobilistica tedesca.

Fred Kappler (57) assumerà invece la responsabilità per le Vendite del Gruppo. Nel 1997 si è trasferito in Cina, in qualità di Primo Vice Presidente e CFO di FAW-Volkswagen mentre dal 2000 è stato nominato Responsabile delle Vendite in Germania per la marca Volkswagen; in seguito è diventato Membro del Consiglio di Amministrazione ŠKODA con responsabilità per le Vendite (2004) e Responsabile Service del Gruppo nel 2011.

Michael Mauer (53) sarà il Responsabile del Design del Gruppo e manterrà il proprio incarico attuale in Porsche. Ha iniziato in Mercedes-Benz nel 1986, ricoprendo diverse posizioni – tra cui responsabile del Design dei modelli Classe A, SLK e SL e del design della smart – fino al 2000 quando è passato in Saab, in qualità di Direttore Esecutivo del Design; nel 2003 gli è stata affidata la responsabilità per il Design Avanzato presso General Motors Europe. Dal 2004 è a capo del reparto Design di Porsche AG ed è stato responsabile dello stile della Porsche Cayenne del 2007, della Panamera e della 918 Spyder.

Wolfram Thomas (59) assumerà la responsabilità per la Produzione del Gruppo. Fa parte del Gruppo Volkswagen da 35 anni in cui ha svolto svariati incarichi manageriali. Nel 2002 è passato alla SEAT in qualità di Membro del Consiglio di Amministrazione per la Produzione, nel 2009 è diventato Vicepresidente del brand iberico, e nel 2012 è stato nominato Responsabile per Ambiente, Energia e Nuovi Settori di Attività del Gruppo.

Infine, Ralf-Gerhard Willner (54) sarà a capo della Strategia del Prodotto e del Sistema Modulare di Produzione del Gruppo. Dopo aver ricoperto diverse posizioni di rilievo per le marche Audi e Volkswagen, nel 2003 è stato nominato Responsabile dello Sviluppo dei prototipi per Audi; nel 2007 ha assunto il medesimo incarico per la marca Volkswagen prima di diventare Direttore Tecnico in Italdesign Giugiaro (2010) e di rientrare in Audi nel 2013 in qualità di Responsabile dei prototipi.

Il numero dei top manager di prima linea è stato quasi dimezzato, e le nuove nomine per diversi incarichi diventeranno effettive nel primo trimestre del 2016.