Il gruppo Fiat Chrysler Automobiles, assieme ai Marchi Iveco, Magneti Marelli e al programma israeliano Fuel Choices Initiative, ha avviato una partneship per promuovere lo sviluppo di tecnologie e veicoli a gas naturale. Ad annunciarlo è stato lo stesso gruppo FCA, che ha precisato come l’Ufficio del Primo Ministro israeliano abbia siglato, tramite Israel Fuel Choices Initiative, un Memorandum d’intesa non vincolante con i suddetti marchi.

Cooperazione con aziende israeliane

La cooperazione per cercare di sviluppare tecnologie basate sull’utilizzo del gas naturale arriva in un periodo in cui molte Marche stanno cercando di fare qualcosa per l’ambiente. Tra chi sviluppa l’elettrico e chi i gas naturali, la sostenibilità rimane uno dei fattori trainanti.

I firmatari dell’accordo, inoltre, hanno anche discusso circa la possibilità di far nascere un programma di cooperazione esteso per la ricerca e lo sviluppo che vedrà la partecipazione di aziende israeliane operanti in settori collegati a quelli dei combustibili alternativi e della mobilità intelligente nonché all’indotto dell’industria automobilistica.

Un programma decennale

Il gruppo FCA mette sul piatto la propria gamma di automobili e veicoli commerciali leggeri, ovvero quella Iveco che ha sempre fatto della sua gamma di camion e autobus un marchio di riconoscimento. Si tratta di un programma decennale del governo israeliano, gestito dall’ufficio del Primo Ministro, volto a ridurre la dipendenza dell’economia mondiale dal petrolio per i trasporti e a promuovere lo sviluppo di combustibili alternativi.

Secondo l’obiettivo prefissato dal suo governo, Israele dovrebbe diventare un knowledge hub per i combustibili alternativi sostenendo lo sviluppo e l’implementazione di tecnologie di prossima generazione.