Insomma, senza l’incidente proprio dopo i semafori verdi, il gran premio di Spa sarebbe stato totalmente diverso. Magari avremmo visto Alonso alla ricerca del primo gradino del podio, le Ferrari intenzionate a guadagnare punti in vista della classifica mondiale, insediate da tutte le altre scuderie. 

Invece ci troviamo a fare i conti con i cocci lasciati in pista da una manovra davvero esagerata di Grosjean. Una manovra che sinceramente nessuno si aspettava. Il francese della Lotus, che non è al primo incidente, ha stretto Hamilton sulla destra e poi ha agganciato la sua ruota anteriore.

A quel punto si è involato verso Perez che è uscito di pista e poi ancora è saltato verso il muro sfiorando la testa di Alonso. Il ferrarista sotto shock non ha commentato a caldo l’incidente, così come è apparso parecchio arrabbiato Domenicali che non ha detto proprio nulla.

Insomma Grosjean ha fatto arrabbiare tutti, anche perché ormai di incidenti ed errori di questo tipo ne ha collezionati un po’ troppi. Adesso la pericolosità dell’incidente si è fatta davvero esagerata, per questo i giudici hanno deciso di punirlo in maniera esemplare: non prenderà parte al Gran Premio di Monza e dovrà pagare una multa di 50 mila euro.

La Lotus, dunque, potrà schierare al fianco di Raikkonen, un altro pilota, il test driver Jerome D’Ambrosio.