Superpole bagnata a Donington Park con Davide Giugliano (Ducati) che guadagna la prima casella dello schieramento: per il pilota romano si tratta della seconda pole position della carriera nel Mondiale, ottenuta al termine di un’ultima sessione caratterizzata da un grande equilibrio in pista e da tanti potenziali vincitori. Nel vorticoso avvicendarsi di piloti in vetta nel finale, Leon Haslam (Pata Honda) ha conquistato la seconda posizione davanti a Marco Melandri (Aprilia). Aprirà la seconda fila Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki), che verrà affiancato da Sylvain Guintoli e da Loris Baz (Kawasaki Racing Team). Settima posizione per il campione del mondo Tom Sykes.

La griglia di partenza: 

1. Giugliano (Ducati) 1’44.903 media 138.059 km/h; 2. Haslam (Honda) 1’45.009; 3. Melandri (Aprilia) 1’45.111;

4. Lowes (Suzuki) 1’45.258; 5. Guintoli (Aprilia) 1’45.839; 6. Baz (Kawasaki) 1’46.058;

7. Sykes (Kawasaki) 1’46.241; 8. Rea (Honda) 1’46.306; 9. Elias (Aprilia) 1’46.326;

10. Laverty(Suzuki) 1’47.963; 11. Davies (Ducati) 1’50.099; 12. Badovini (Bimota);

13. Iddon (Bimota); 14. Corti (MV Agusta); 15. Andreozzi (Kawasaki);

16. Canepa (Ducati); 17. Salom (Kawasaki); 18. Camier (BMW);

19. Foret (Kawasaki); 20. Guarnoni (Kawasaki); 21. Lanusse (Kawasaki);

22. Morais (Kawasaki); 23. Toth (BMW); 24. Yates (EBR)

LEGGI ANCHE

SBK Phillip Island 2014: Suzuki nella storia

SBK 2014 team e piloti: boom di presenze per un Mondiale imperdibile

SBK Jerez 2013: Tom Sykes campione del mondo