FlixBus lancia la sua prima Green Week. Per celebrare la sua crescita a livello internazionale, la start-up di viaggi in autobus ha indetto la sua prima “settimana verde” dedicata alla protezione del clima: dall’1 al 7 febbraio, FlixBus compenserà le emissioni di CO2 prodotte da ogni viaggio per tutte le prenotazioni effettuate in Italia, in Francia e nei Paesi Bassi. Inoltre, per chi selezionerà l’opzione di compensazione delle emissioni di CO2 all’atto della prenotazione di un biglietto durante questa settimana dedicata all’ambiente – consentendo a versare il contributo corrispondente – FlixBus raddoppierà l’importo e lo devolverà a Climate Partner, che finanzierà i propri progetti certificati.

Grazie alla collaborazione con Climate Partner è infatti possibile calcolare con precisione le emissioni di gas serra rilasciate da ogni viaggio, e compensarle con un semplice clic all’atto della prenotazione. L’importo della compensazione, che ammonta in media a circa 60 centesimi per un biglietto andata/ritorno, si aggiunge al costo del biglietto e viene pagato nella medesima transazione.

FlixBus è la prima società del settore a offrire ai passeggeri l’opportunità di viaggiare completamente green, compensando il volume delle emissioni di CO2 prodotte in viaggio e finanziando in questo modo progetti certificati di tutela del clima: “Per una società come FlixBus, che già opera ai massimi livelli di efficienza, la compensazione delle emissioni di CO2 è un ulteriore modo di minimizzare il nostro impatto sull’ambiente - sottolinea Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia -. Il nostro obiettivo con la Green Week è quello di fare dei nostri passeggeri dei viaggiatori responsabili nei confronti dell’ambiente, offrendo loro il modo più green di spostarsi da una città all’altra”.

La società si è posta l’obiettivo di compensare complessivamente 800 tonnellate di CO2 in Italia, in Francia e nei Paesi Bassi durante la Green Week. FlixBus lavora con una flotta di mezzi moderna con un’età media inferiore ai tre anni.