Dopo la commemorazione dei piloti anche i tifosi lo hanno ricordato

Il gran premio di Sepang riport alle menti di molti tifosi il tragico incidente a Marco Simoncelli che gli costo la vita, l’unica consolazione di quella giornata fu che il pilota italiano non soffrì essendo morto sul colpo.
Da quel triste giorno è passato praticamente un anno, molti gran premi si sono disputati, in molti hanno esultato, ma i altrettanti molti si è creato un vuoto dentro e la sua folta chioma è mancato sul podio, molti tifosi hanno voluto lasciare un messaggio per il Sic nonostante di sia già creata una fondazione a suo nome: “Noi che restiamo siamo obbligati ad andare avanti”; “Ho qualcosa dentro, ma è qualcosa di rotto e di devastante”; “Alla fine questi omaggi mi sembrano inutili: non lo riporteranno in vita e per noi le moto non saranno mai più le stesse”.
Per tutti Marco Simoncelli era un ragazzo semplice dalle straordinarie doti naturali, ai tifosi ma anche ai piloti mancano le sue dichiarazioni e le sue esclamazioni con quell’accento che strappava a tutti un sorriso, il classico “diobò” quanto disputava una gara straordinaria o conquistava una pole.