Si chiama Graham ed è la creazione di un progetto australiano, messo in pratica dalla TAC (Transport Accident Commission), che ha realizzato una campagna per la sicurezza sulle strade grazie alla collaborazione della scultrice di Melbourne Patrizia Piccinini.

Graham è stato creato per essere l’Uomo Indistruttibile ed è il testimonial della campagna contro gli incidenti stradali. La scultura, creata da Patrizia Piccinini, è una dimostrazione di come dovrebbe essere un uomo per resistere a tutti gli urti e i colpi che un incidente può provocare.

Lo studio è stato messo in pratica, oltre che dalla scultrice stessa, grazie all’aiuto e alla collaborazione di esperti in incidenti stradali e grazie al chirurgo Christian Kenfield del Royal Melbourne Hospital.

Il chirurgo ha commentato cosi il progetto contro gli incidenti stradali: “Una delle lesioni che possono capitare in un incidente d’auto ad alta velocità è un infortunio al collo, una frattura della colonna vertebrale cervicale o la dislocazione dei legamenti, perché la testa si flette in avanti e subito dopo si iper-estende all’indietro”.

Graham, infatti, ha una testa enorme e gonfia, non ha praticamente il collo e, in più, possiede un solido robusto per attutire i colpi alle costole che potrebbero causare perforazioni agli organi interni. Un altro tratto distintivo si trova sulle gambe, più forti e “rocciose”.

La scultura sarà in mostra presso la Biblioteca di Stato di Victoria fino all’8 agosto. Mentre sul sito ufficiale di Graham, dedicato apposta per la campagna in questione,troviamo tutte le schede tecniche nel dettaglio che spiegano in ogni minimo particolare come è formato l’Uomo Indistruttibile.