Sicuramente nel gran premio di Suzuka a fare la differenza è stata la rinascita di Felipe Massa, soprattutto per i tifosi della Ferrari di Maranello, ma ha senz’altro colpito anche l’efficacia delle modifiche apportate alla Red Bull. Non si è vista la McLaren, sia Button che Hamilton hanno chiuso fuori dal podio. 

Uno dei grandi eroi di Suzuka è Kobayashi che ha lottato con le unghie e con i denti per tenere alla larga dal suo terzo gradino del podio un insidioso Button. Ma le pagelle del podio di Suzuka le abbiamo già viste. Parliamo adesso di Button, Hamilton e di un altro “escluso”: Raikkonen.

Button, tutto sommato, è arrivato quarto e pur avendo avuto problemi con il cambio, pur avendolo sostituito è riuscito comunque a fare una gara costante. Non brillante, per carità!, senza alcun attacco efficace ai danni di Kobayashi, ma almeno ottiene un piazzamento di tutto rispetto: 8 e mezzo.

Ci si aspettava qualcosa di più da Hamilton che anche in questo fine settimana non è riuscito a trovare il feeling giusto con il team. Ha già un piede a Stoccarda e forse questo lo rende meno incisivo in pista. Poi c’è tutta quella storia di Twitter che in qualche modo ha minato la serenità degli specialisti di Woking: sufficiente!

Raikkonen si porta a -37 punti dal leader iridato e per questo gli diamo un bel 7, poi però siamo costretti a togliere mezzo punto al finlandese che butta fuori Alonso al primo giro, involontariamente.