Si è appena concluso il Gran Premio di Singapore e con grande sorpresa di tutti si è aggiudicato la vittoria Sebastian Vettel e non certo perché in gara è stato il più veloce. Seb deve ringraziare soprattutto i problemi con il cambio avuti da Hamilton. 

Lewis Hamilton ha regalato alla squadra un’altra pole position e in griglia sembrava davvero che di nuovo le McLaren fossero destinate a mettere in fila tutti gli avversari. Invece a sorpresa un problema con il cambio costringe l’anglocaraibico al ritiro.

Ne approfitta immediatamente Sebastian Vettel che vince l’appuntamento di Singapore e finalmente torna sul primo gradino del podio che mancava dall’aprile scorso.

Il tedesco, comunque, aveva disputato delle ottime prove libere e delle splendide qualifiche, partendo dalla seconda fila in terza posizione. Per la McLaren, dopo il ritiro di Hamilton, è stato tutto consegnato nelle mani di Button che ha tenuto alto il nome della squadra con un secondo posto di tutto rispetto.

Il gradino più basso del podio, fortunatamente, tocca alla Ferrari di Alonso che così non perde la testa della classifica iridata. A seguire un’interessante Paul Di Resta, seguito in quinta posizione da Rosberg che precede le Lotus di Raikkonen e Grosjean. 

La classifica mondiale piloti è ancora guidata da Alonso con 194 punti. Al secondo posto Vettel con 165 punti, Raikkonen con 149 punti, Hamilton (142 pt) e Webber (133 pt).