Dopo la vittoria di Vettel sembra che la Red Bull abbia messo un’ipoteca pesante sul mondiale, sia per quanto riguarda la classifica piloti, sia sul versante costruttori.

Adesso sembra l’unica squadra che può guardare al 2012 con serenità, confermando piloti e staff per un’altra stagione. Seba ha dato una pista a tutti, è questa la sensazione di chi ha vissuto l’ultimo gran premio di Formula 1 che si è tenuto a Spa.

Il circuito è stato davvero entusiasmante. Ha dato la possibilità ai piloti di cimentarsi in sorpassi sul filo del rasoio, come quello di Webber su Alonso all’Eau Rouge.

Rettilinei, salite e discese che hanno consacrato re Vettel archiviando le sfide mosse da McLaren e Ferrari.

Il Cavallino non ha saputo meritare il podio ed Alonso si è fermato al quarto posto.

E’ ancora terzo nella classifica iridata ma il suo distacco da Vettel sale a 102 punti: 259 a 157. 10 le lunghezze che lo separano dal Webber, secondo.

E’ chiara anche osservando il podio di Spa, la supremazia della Red Bull che allunga su McLaren e Ferrari perfino nella classifica costruttori.

La squadra di Vettel e Webber ha racimolato bene 426 punti. La McLaren, seconda, ha 295 punti, seguita dalla Ferrari a 131 punti e dalla Mercedes a 98 punti.