Comprare gomme online è ormai un’abitudine consolidata. La ricerca eBay condotta da Ipsos Observer* parla chiaro: gli pneumatici sono un bene di consumo già da tempo inserito nel panel degli acquisti in rete. L’indagine mette a confronto le preferenze e le motivazioni dei compratori su internet nel settore componentistica auto in cinque paesi europei, con focus particolare sul fenomeno pneumatici. Un intervistato su due ha dichiarato di acquistare in rete gli pneumatici e quattro paesi su cinque superano il 50%, solo la Spagna si ferma al 43%. Il primato va all’Italia con il 58%, seguono la Germania, la Francia e il Regno Unito.

La tendenza dell’eCommerce trova conferma nei volumi di vendita di eBay.it: l’offerta è di oltre 900.000 pneumatici e sono ben 17 i treni di gomme venduti ogni ora. Soprattutto nuovi, scrollandosi di dosso quell’etichetta di “mercato di oggetti usati” che il grosso portale americano si è portato dietro soprattutto nei primi anni. Il successo delle gomme online è spiegato in primis con un concreto e cospicuo vantaggio economico per i consumatori: prendendo la media delle cinque nazioni coinvolte, il risparmio rilevato dall’acquisto di gomme online è del 23%. L’Italia è il paese in cui si riesce a risparmiare di più, con una media del 25%: quasi la metà dichiara di riscontrare un risparmio dal 20 al 30%, mentre il 15% è riuscito a risparmiare dal 30% al 50%. Dopo l’Italia è la Germania, con una media del 24%, la nazione che online trova gli pneumatici con i prezzi più bassi: un 4% è riuscito a risparmiare dal 50% al 70%.

E con l’avvicinarsi della stagione invernale, torna in voga l’argomento del cambio degli pneumatici da estivi a invernali. A Novembre arriva infatti in Italia il momento dell’obbligo della sostituzione. Ma quali sono le preferenze per gli acquirenti di gomme online in Europa? Se gli italiani si dividono pari merito tra le due principali tipologie disponibili in commercio, i tedeschi si rivelano i più sensibili ai cambi di stagione preferendo scegliere il modello di pneumatico a seconda del clima. Di tutt’altra opinione invece inglesi, spagnoli e francesi che prediligono i modelli “all season”. Restano molto gettonate le catene da neve che la fanno da padrone specie in Spagna e Italia (4 spagnoli internauti su 10 e 7 italiani su 10).

La gestione del cambio degli pneumatici non rappresenta minimamente un ostacolo: in Spagna e Germania è più alta la percentuale dei rispondenti che dichiara di preferire fare da sé o affidarsi ad un amico o conoscente mentre francesi, italiani e inglesi invece cercano maggiormente un professionista del settore: in Italia l’86% dei gommisti italiani ha affermato di aver montato, negli ultimi 12 mesi, pneumatici acquistati altrove**, un segnale di come anche il mercato dei servizi si stia evolvendo in questa direzione. Oltre ala convenienza economica, un altro criterio importante per la scelta delle gomme online è la possibilità di comparare i prezzi e il risparmio di tempo.

Ma il fenomeno non riguarda solo gli pneumatici: in Italia la categoria ricambi e accessori per veicoli di eBay.it registra un articolo venduto ogni 7 secondi, ogni ora si vendono 203 pezzi di ricambio per auto e moto, 78 accessori, 17 treni di pneumatici e 10 sistemi antifurto. Numeri che potrebbero salire ulteriormente grazie anche al programma Garanzia cliente eBay, attivo dal 31 agosto. Non è dunque un caso che tra i 105 italiani che, nel 2015, hanno fatturato almeno un milione di dollari grazie a eBay, ci siano anche alcuni venditori professionali in ambito automotive tra cui F1 Tyres Performance Omnia Racing. Una crescita del 19% rispetto al 2014 e che ha iniziato a raccogliere i primi frutti nel 2010, da quando i dealers hanno cominciato a vendere i loro prodotti all’estero, soprattutto negli Stati Uniti e in Australia.

* Ricerca IPSOS per eBay effettuato sul seguente campione: popolazione italiana che possiede un’auto e che, negli ultimi 12 mesi, abbia effettuato almeno un acquisto online. Donne e uomini di età compresa tra i 18 e i 74 anni.

** Ricerca IPSOS per eBay effettuato sul seguente campione: Titolare/Responsabile dell’officina a livello italiano (300 interviste telefoniche effettuate con metodologia CATI).