Gomme lisce, non omologate, danneggiate e pneumatici invernali in estate. Queste e altre cause mettono a dura prova la sicurezza stradale, secondo i dati del progetto Vacanze Sicure presentati da Assogomma in collaborazione con la Polizia Stradale. Nei 12.000 controlli effettuati in 42 provincie sparse per l’Italia, è emerso come la percentuale di veicoli con gomme lisce sia salita al 6,82% nel caso delle vetture e all’8,51% nel trasporto leggero. Oltre ad essere lisce, il 6% delle vetture controllate montava pneumatici non omogenei, ovvero gomme diverse sullo stesso asse per marca, modello o addirittura di diversa mescola (estiva o invernale) tra i due assi.

Appare quindi decisamente preoccupante il dato complessivo delle non conformità specifiche sui pneumatici che si riscontrano mediamente nel 16% delle vetture controllate e in quasi il  28% dei furgoni/van. Queste percentuali salgono rispettivamente al 20,3% e al 32,4% conteggiando anche i mezzi non revisionati. Sono quindi 1 su 5 le vetture ed 1 su 3 i mezzi di trasporto non in regola. “Questi dati sono da considerare con estrema attenzione nel loro insieme – ha sottolineato Fabio Bertolotti, Direttore di Assogomma- queste situazioni riscontrante  sono la cartina tornasole di una mancanza cronica di manutenzione che, per viaggiare sicuri, dovrebbe aumentare al crescere dell’età delle vetture, invece, al contrario peggiora. Infatti, il campione racconta che dopo i 10 anni di vita la manutenzione crolla in modo verticale. Ne deriva un risultato sconfortante: sono milioni i mezzi potenzialmente pericolosi in circolazione sulle nostre strade” ha concluso Bertolotti.

“La Polizia Stradale è da sempre impegnata in prima linea nel garantire la sicurezza degliautomobilisti – ha precisato Giuseppe Bisogno, Direttore del Servizio Polizia Stradale – ma l’attività di controllo deve viaggiare di pari passo con la consapevolezza, da parte degli utenti, che il corretto equipaggiamento del veicolo è la condizione primaria per affrontare un viaggio in sicurezza. Purtroppo sono ancora pochi gli automobilisti che prestano attenzione al fatto che la sicurezza in auto dipende anche dallo stato e dalla conformità delle gomme, che rappresentano letteralmente le “scarpe” del nostro veicolo. È necessario che si diffonda la cultura della sicurezza; l’automobilista deve imparare a viaggiare in condizioni di massima affidabilità; gli pneumatici lisci, danneggiati o, peggio ancora, non omologati, non sono assolutamente in grado di fornire questo tipo di garanzia” ha precisato il Direttore della Polizia Stradale.