Gilles Villeneuve scomparve 31 anni fa. Era l’8 maggio del 1982 quando sul circuito di Zolder il leggendario pilota perse la vita in un incidente a soli 32 anni: il pilota canadese (foto ventisetterosso.it) andò a sbattere a 225 km/h con la March di Jochen Mass durante le qualifiche per il Gran Premio del Belgio.

La sua Ferrari si impennò e ricadendo venne sbalzato fuori dall’abitacolo. Fatale l’impatto contro un paletto delle reti di protezione. Un ricordo indelebile nalla mente e nel cuore degli appassionati che non possono dimenticare il suo stile di guida combattivo e spettacolare. Un’assenza che nessuno nel circus è riuscito a colmare.

Memorabile il suo duello con René Arnoux a Digione. Suo figlio Jacques, ora commentatore per Sky, è diventato nel 1997 il primo e unico finora pilota canadese a vincere il titolo mondiale di Formula 1. Nel 31esimo anniversario della sua morte lo ricordiamo con una delle sue frasi celebri: “Se è vero che la vita di un essere umano è come un film, io ho avuto il privilegio di essere la comparsa, lo sceneggiatore, l’attore protagonista e il regista del mio modo di vivere”.