In occasione del decimo anniversario dalla nascita del sito di ingegneria e sviluppo di General Motors Powertrain Europe, Dan Ammann, Presidente di General Motors ha annunciato un nuovo piano di rafforzamento della partnership con il Politecnico di Torino, che si traduce anche nell’espansione della sede del centro ingegneristico.

La lettera di intenti firmata con il Politecnico, e la Regione Piemonte, amplia il perimetro di collaborazione tra GMPT-E e l’Università: sia in termini di progetti di ricerca comuni, sia in relazione allo spazio dedicato al sito ingegneristico all’interno del Campus Universitario della Cittadella Politecnica.

La nuova area misurerà circa 2500 mq, e la sua costruzione dovrebbe iniziare nel 2016. Questo nuovo edificio sarà completamente dedicato a laboratori altamente specializzati, uffici, e potenti macchine di calcolo.

Nato nel 2005, GMPT-E è il centro di innovazione e sviluppo globale dei motori diesel e delle centraline elettroniche per General Motors a livello globale e progetta sistemi di propulsione per Opel/Vauxhall, Chevrolet e altri marchi GM.

Il sito è cresciuto rapidamente dalla sua fondazione dieci anni fa: dall’avvio in uffici temporanei nel 2005, fino all’insediamento tecnologicamente avanzato all’interno del Campus del Politecnico. Anche il numero di dipendenti è aumentato in maniera esponenziale: dagli iniziali 60 ingegneri impiegati, ai circa 650 attuali. Nel 2015 GMPT-E prevede di crescere ancora creando ulteriori 60 posti di lavoro.

“Il centro di Ingegneria e Sviluppo di Torino con tutto il team che vi lavora, riveste un ruolo importante nel nostro intento di essere un punto di riferimento dell’industria in termini di prodotti e di tecnologia”, ha detto Ammann. “GMPT-E Torino sviluppa motori diesel moderni e altamente avanzati fornendo ai nostri clienti prodotti dalle prestazioni eccezionali, di elevata efficienza garantendo un’ottima esperienza di guida.”

La crescita importante di General Motors Powertrain Europe a Torino ha dimostrato ancora una volta l’importanza e la necessità di una collaborazione stretta tra mondo accademico e industria. Una generazione di giovani ingegneri ha colto l’occasione per costruire il proprio futuro e la propria carriera in una delle più grandi case automobilistiche al mondo. La loro energia e il loro dinamismo ha aiutato GM a sviluppare una solida offerta diesel di nuovissima generazione” ha aggiunto Pierpaolo Antonioli, Amministratore Delegato GMPT-E Torino.