General Motors festeggia un importante traguardo produttivo: 500 milioni di auto prodotte. Dalla creazione dell’azienda nel 1908, sono oltre mezzo i miliardo i veicoli consegnati ai clienti di tutto il mondo. Nessun altra casa automobilistica può vantare numeri simili. Opel, uno dei marchi più ricchi di storia del gruppo, ha contribuito da protagonista al raggiungimento di questo risultato: il marchio tedesco ha costruito 68 milioni di vetture, la maggior parte nello stabilimento centrale di Rüsselsheim, dove si è festeggiato questo incredibile traguardo.

Alcuni clienti fedeli sono stati invitati a cena con i membri del Consiglio di Amministrazione nella storica ambientazione dell’esposizione auto classiche Opel: “Per me questo anniversario va al di là dei numeri, per quanto impressionanti, perché 500 milioni di vetture significano 500 milioni di clienti, 500 milioni di storie e di esperienze – ha dichiarato Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel Group -. Perciò diciamo ‘grazie’ 500 milioni di volte a tutti questi clienti per la loro fedeltà e la loro fiducia, è un privilegio poter svolgere un ruolo così importante nelle loro vite”. Neumann è fiducioso per il futuro: “Ogni anno Opel vende più di un milione di vetture, con un trend in aumento, e si trova nel mezzo della propria offensiva di modelli e di motori. In particolare, quest’anno presenteremo la nuova Astra. Vi prometto, anche a nome dei nostri 35.000 dipendenti, che questa vettura sorprenderà ancora una volta i nostri clienti e conquisterà moltissimi nuovi appassionati.”

In contemporanea con Rüsselsheim, i clienti più fedeli sono stati invitati anche presso le strutture produttive del gruppo in America Settentrionale e Meridionale, Asia, Africa e in Cina: “Nel 2015 prevediamo di vendere più di 1000 nuovi veicoli all’ora, 24 ore su 24 - ha dichiarato Mary Barra, CEO GM -. In totale si tratta di quasi 10 milioni di unità, il risultato migliore di tutta la nostra storia. Un volume di vendite così straordinario ci offre 10 milioni di possibilità di dimostrare che tipo di azienda siamo e di dire grazie”.  Barra ha evidenziato le numerose innovazioni che GM ha introdotto nel mondo dell’automobile, tra cui il primo motore V-8, la prima trasmissione automatica, i primi manichini da crash test e i primi airbag in un veicolo di produzione. Ma anche nel 1989 il primato di essere il primo costruttore a dotare i modelli di convertitore catalitico di serie: “Il principio ‘Realizziamo tecnologie altrimenti disponibili solo su vetture di lusso e le mettiamo a disposizione di chiunque’ resta un pilastro della filosofia del marchio”.