Volete diventare dei collaudatori Ferrari e magari prendere parte a dei test esclusivi sulla FXX K, la “Rossa” più estrema che sia mai stata realizzata? Benissimo, allora non vi resta altro che staccare un assegno che, si mormora, sia molto vicino ai 2,5 milioni di euro ed entrare in pista.

Infatti, in occasione delle finali mondiali di Abu Dhabi, la Casa di Maranello presenta la sua nuova belva sperimentale, derivata da LaFerrari e denominata FXX K, con l’ultima lettera che indica il Kers, e quindi il sistema di recupero di energia.

Chiaramente, è un’ibrida sui generis, pensata esclusivamente per le prestazioni, e visto che la sua destinazione finale è il circuito, il motore termico, un V12 da 6.262 Cm3, presenta nuovi alberi a camme, una distribuzione meccanica delle valvole, condotti di aspirazione rivisitati, una mappatura specifica e un impianto di scarico capace di urlare tutta la sua cattiveria grazie all’eliminazione dei silenziatori.

La potenza totale della FXX K è di 1050 CV e la coppia supera tranquillamente i 900 Nm, quindi ad ogni pressione del gas si può tranquillamente rimanere senza fiato. Il Kers è abbinato ad un apposito manettino che consente di selezionare 4 posizioni: Qualify; Long Run; Manual Boost e Fast Charge. Con la prima si sfrutta tutto il potenziale elettrico entro alcuni giri; con la seconda si può gestire la potenza per averla in maniera costante; con la terza è possibile avere la massima spinta in maniera istantanea, mentre con la quarta si attiva la ricarica rapida della batteria.

Ovviamente, le modifiche al cuore della FXX K si accompagnano ad un’aerodinamica più estrema de LaFerrari: il frontale presenta uno splitter maggiorato ed elementi laterali, la vista laterale si arricchisce di pinne specifiche, mentre al posteriore aumentano le dimensioni dell’estrattore, dell’ala retraibile e ci sono 2 porzioni laterali che simulano uno spoiler senza la parte centrale.