Ci sarà anche il mondo dei motori con Renault al Forum della Sostenibilità, meeting sulla responsabilità sociale di impresa e sullo sviluppo sostenibile, che si svolgerà martedì 20 maggio a Milano, presso l’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia. Nel corso di una tavola rotonda dedicata al tema delle smart cities e delle smart communities, la casa francese porterà al centro dell’attenzione il ruolo chiave della mobilità nelle città del futuro e il proprio impegno nel puntare all’innovazione e alla tecnologia per migliorare la qualità della vita dei cittadini. L’auto, secondo Renault, è un elemento integrato sempre più al tessuto urbano in cui design, innovazione e tecnologia non sono fine a se stessi, bensì si mettono al servizio dell’ambiente e dell’uomo, confermando così la filosofia della Marca che prevede la centralità dell’uomo nella progettualità automobilistica.

“Nella città del presente e del futuro un nuovo ruolo si profila per l’auto, un ruolo in cui innovazione e tecnologia evolvono nel rispetto dell’ambiente – ha dichiarato Gabriella Favuzza, Corporate Communication Manager Renault -. Grazie ad una strategia di sviluppo di motori termici altamente tecnologici e a ridotte emissioni e all’impegno per la progressiva diffusione della mobilità elettrica, Renault è protagonista di una sfida per cambiare il volto della mobilità in un’ottica più sostenibile. I veicoli elettrici rappresentano per tecnologia e caratteristiche un’opportunità per meglio integrare l’auto nelle nostre città, in modo rispettoso dell’ambiente e al tempo stesso efficiente e moderno”. 

L’innovazione e la ricerca tecnologica della casa transalpina per una mobilità sostenibile si sviluppa parallelamente su un doppio binario: la continua e significativa riduzione dei consumi e delle emissioni dei propri veicoli termici, grazie a nuovi motori Energy, altamente efficienti, frutto dell’esperienza Renault in F1, e la strategia di progressiva diffusione della mobilità a zero emissioni con una gamma di veicoli 100% elettrici composta oggi dall’urban crosser Twizy, la berlina compatta ZOE, e la furgonetta commerciale Kangoo Z.E.

Cuore del programma Renault Z.E. (Zero Emission) è la ‘democratizzazione’ dell’auto elettrica: una sfida che ha come obiettivo quello di rendere accessibili al più ampio target possibile i veicoli elettrici e la loro evoluta tecnologia, nella consapevolezza che solo una loro diffusione su larga scala potrà apportare benefici tangibili per l’ambiente: una prima conferma arriva dai sistemi di car sharing elettrico (nessuna emissione inquinante, nessun rumore, e in molte città libero accesso alle ZTL, transito nelle corsie preferenziali, sosta gratuita nei parcheggi, ecc…). come dimostrano le esperienze positive che Renault sta facendo in alcune città italiane cone Napoli e Padova. 

LEGGI ANCHE

F1: sulle Lotus il marchio Renault diventa cinese

Nuova Renault Twingo: si presenta col motore posteriore

Nuovo Renault Trafic: arriva il furgone da vivere

Scopri Renault Clio Costume National