La terza giornata dei test di Barcellona ha visto di nuovo protagonista la Lotus che, nelle mani di Pastor Maldonado ha centrato la miglior prestazione assoluta, divenendo di nuovo il riferimento cronometrico in queste prove precampionato.

Si tratta di un tempo di rilievo, per la precisione 1’24”348, che il pilota venezuelano ha fatto registrare con gomme supersoft, quindi con pneumatici che potrebbero essere determinanti nel maturare un’eventuale pole position in qualifica.

Il fatto che sia riuscito a compiere ben 104 giri, alza decisamente il morale nel team inglese che vuole assolutamente riscattare un 2014 da dimenticare. Dunque, la E23 Hybrid, con power unit Mercedes, inizia a dare i suoi frutti, e quando le prestazioni si ripetono non si tratta di puro caso.

Al secondo posto di giornata troviamo il baby fenomeno della formula uno, quel Max Verstappen, figlio d’arte che, con la Toro Rosso STR10, ha compiuto 129 giri ottenendo un interessante 1’24”739 utilizzando gomme supersoft. Niente male come inizio per una promessa che mira a diventare una stella del circus iridato.

Sul gradino più basso del podio di giornata troviamo il campione del mondo, Lewis Hamilton, che ha lavorato duro per macinare chilometri con la sua Mercedes W06 Hybrid. Il suo tempo di 1’26”076 non deve trarre in inganno: il pilota della Stella a Tre Punte non ha cercato la prestazione ed ha girato con gomme medie.

Questo ci consente di fare un paragone, anche se non si conosce l’esatto quantitativo di benzina utilizzata dai due, con Sebastian Vettel, il quale, dopo essersi insabbiato alla curva 4 nel primo giro, ha compiuto 105 tornate, realizzando un dignitoso 1’26”407 con gomme medie e piazzandosi al quinto posto di giornata dietro la Sauber di Marcus Ericsson, che ha fermato il cronometro in 1’26”340 con gomme soft.

Attendiamo cosa succede nell’ultimo giorno di prove a Barcellona, per tracciare un bilancio anche di questi test, e iniziare a ad ipotizzare lo stato di forma delle attuali monoposto e dei piloti in vista di Melbourne.