Sebastien Buemi ha conquistato la sua prima vittoria in Formula E vincendo il terzo appuntamento in Uruguay. Lo svizzero del team e.dams Renault ha preceduto Nelson Piquet Jr (China Racing) e Lucas di Grassi (Audi Sport ABT) mentre ai piedi del podio è finito Jarno Trulli che si riscatta dopo le prime difficoltà riscontrate tra Cina e Malesia. Ai primi quattro posti tutti ex piloti Formula 1. La spettacolare gara di Punta Del Este ha fatto segnare tre record di velocità della giovane FIA Formula E: nonostante la pista sconnessa, polverosa e stretta, il campionato registra miglior pole position, miglior giro in corsa e miglior media oraria.

A riprova della robustezza delle monoposto, Jean-Éric Vergne (Andretti Autosport) ha centrato la pole position più veloce della storia (134,1 km/h di media) della giovane categoria, pur avendo leggermente toccato il muro durante il suo turno. Alla partenza, Piquet Jr ha preso il comando della corsa all’ex pilota delle World Series by Renault, che ha rimontato riportandosi in testa tredicesimo passaggio. Nick Heidfeld (Venturi) e Buemi si assicuravano poi il vantaggio sul francese, ma il tedesco veniva penalizzato per non aver rispettato il tempo minimo durante il cambio auto. Nel penultimo giro, Sébastien Buemi difendeva la sua posizione di leader contro Vergne, costretto ad abbandonare la gara. Lo svizzero offriva così la prima vittoria al team e.dams-Renault, nuovo leader del campionato a squadre, mentre di Grassi resta sempre in testa alla classifica generale. Buona prova anche di Michela Cerruti che ha chiuso al 12esimo posto, a circa 15 secondi dal compagno Trulli, nonostante un drive trough per eccesso di velocità in pitlane.

“L’Uruguay è uno dei Paesi più avanzati del continente americano per la politica ambientale - ha affermato Eric Pasquier, Direttore Marketing di Renault America -. Utilizzare la competizione per promuovere la tecnologia dei veicoli elettrici rappresenta un’opportunità unica nel suo genere e dimostra, inoltre, che Renault è leader in tale settore, sia in pista che su strada: trenta Kangoo Z.E. sono stati consegnati alla compagnia elettrica nazionale a luglio scorso, e un altro accordo è attualmente allo studio. Nell’insieme della regione, il mercato dei veicoli elettrici decolla progressivamente con i nostri modelli già presenti sulle strade di numerosi Paesi, tra cui Brasile, Cile e Colombia”.

Prossima tappa per la Formula E in Argentina, per l’ePrix di Buenos Aires. La capitale argentina, qualche giorno dopo la partenza della Dakar, ospiterà le monoposto elettriche il 10 gennaio 2015.

CLASSIFICA
1. Sébastien Buemi (e.dams-Renault) 31 giri
2. Nelson Piquet Jr (China Racing) +0’’732
3. Lucas di Grassi (Audi Sport ABT) +2’’635
4. Jarno Trulli (Trulli) +4’’163
5. Jaime Alguersuari (Virgin Racing) +4’’698
6. Bruno Senna (Mahindra Racing) +5’’197
7. Nicolas Prost (e.dams-Renault) +6’’514
8. Jérôme d’Ambrosio (Dragon Racing) +7’’567
9. Oriol Servia (Dragon Racing) +8’’646
10. Nick Heidfeld (Venturi) +10’’563
Miglior giro: Daniel Abt (Audi Sport ABT) 1’18’’451

CAMPIONATO PILOTI
1. Lucas di Grassi (Audi Sport ABT), 58 punti
2. Sébastien Buemi (e.dams-Renault), 40
3. Sam Bird (Virgin Racing), 40
4. Nicolas Prost (e.dams-Renault), 24
5. Nelson Piquet Jr (China Racing), 22
6. Jérôme d’Ambrosio (Dragon Racing), 22
7. Franck Montagny (Andretti), 18
8. Karun Chandhok (Mahindra Racing), 18
9. Jaime Alguersuari (Virgin Racing), 14
10. Oriol Servia (Dragon Racing), 14

TEAM
1. e.dams-Renault, 64 punti
2. Audi Sport ABT, 62
3. Virgin Racing, 54
4. Dragon Racing, 36
5. Andretti, 33
6. Mahindra Racing, 26
7. China Racing, 22
8. Trulli, 12
9. Amlin Aguri, 6
10. Venturi, 3

LEGGI ANCHE

Formula E Pechino: trionfa Di Grassi, paura per Heidfeld

Lewis Hamilton Campione del Mondo di F1 2014

Formula E 2014: scatta da Pechino la “cugina verde” della F1

Formula E 2014: Michela Cerruti correrà a fianco di Jarno Trulli 

Formula E 2014: le prime Spark-Renault SRT 01

Formula E 2014: Renault scende in pista con Alain Prost

Leonardo Di Caprio in Formula E con Venturi