Il mondo dei motori, quello sportivo, soprattutto ad alti livelli, mantiene sempre una certa distanza tra i protagonisti ed il pubblico, così la Formula E ha rivisto il modo di comunicare ed ha apportato una vera e propria rivoluzione mediatica.

Infatti, dopo l’utilizzo di Twitter, Youtube, Periscope e Instagram, adesso arriva l’accordo con Facebook, per rendere ancora più social il campionato dedicato alle monoposto full electric. In particolare, in Spagna, ogni minuto di sessione in pista sarà trasmesso in diretta sul sito d’interazione creato da Mark Zuckenberg.

Si tratta di un vero e proprio colpo di scena per il motorsport, che va oltre gli highlits, o i profili twitter dei vari piloti. E anche in questo la Formula E evidenzia la sua politica innovativa, dopo aver portato le gare al centro di città importanti ed aver reso gli eventi dei veri propri momenti d’aggregazione con tanto di musica a corollario delle corse.

“Siamo entusiasti che Facebook abbia deciso di lavorare con noi, firmando questo storico accordo. Crediamo che lo streaming in diretta del Pechino ePrix, riservato ai nostri fan residenti in Spagna, sia una pietra miliare nella continua creazione della Formula E come marchio pionieristico e digitale, e non soltanto come categoria sportiva: questo contratto è l’ultimo di una serie di sviluppi chiave in termini di social appeal”. Ha spiegato Ali Russell, direttore media e partnership strategiche della Formula E, che poi ha continuato.  “La Formula E è una categoria motorsport genuinamente contemporanea, che sta cercando di coinvolgere un nuovo tipo di pubblico, che sta operando a stretto contatto con partner innovativi e creativi, come Facebook appunto è, tutti loro essenziali per l’affermazione del brand a livello globale”.

Chiaramente, con la storia delle televisioni a pagamento, per la Formula 1 tutto questo al momento risulta impossibile, ma chissà se Ecclestone non avrà già messo in conto di lavorare di più sui social per rendere ancora più popolare la massima formula?