Trentacinque anni dopo la vittoria del papà in F1 a Long Beach, Nelson Piquet (China Racing) si è imposto davanti a Jean-Eric Vergne (Andretti) e Lucas di Grassi (Audi Sport Abt) nel sesto ePrix del Campionato FIA di Formula E, l’ultimo sul continente americano. In California, i concorrenti hanno ottenuto dalle Spark-Renault SRT01_E un inedito livello di performance in questa disciplina al 100% elettrica, toccando velocità mai raggiunte finora per la pole position e il miglior giro.

Formula E Long Beach, sesto diverso vincitore

Il successo di Piquet junior, sesto concorrente a imporsi in altrettanti ePrix, segue quello ottenuto a Miami da un altro figlio d’arte, Nicolas Prost, figlio di Alain, che ha chiuso al 14esimo posto perdendo la testa della classifica, dove ora staziona Di Grassi. Sfortunato Jarno Trulli, costretto al ritiro, mentre il suo compagno Vitantonio Liuzzi ha chiuso al 13esimo posto. La pista accidentata della California, che alterna una serie di rivestimenti diversi, ha ancora una volta valorizzato le ottime performance delle monoposto, la cui architettura è stata curata da Renault. Durante le qualifiche, il poleman Sébastien Buemi (e.dams-Renault) ha dovuto rinunciare alla casella di testa aver superato il limite di energia autorizzato, lasciandolo in eredità a Daniel Abt (Audi Sport Abt), che firma la pole position più veloce della storia della disciplina, con una media di 134,7 km/h.

Formula E Long Beach, Jennifer Nunez nella storia

Terzo sullo schieramento di partenza, Piquet è balzato al comando alla prima curva. Nonostante due neutralizzazioni, il brasiliano ha conservato il comando cedendo per breve tempo il comando a Bruno Senna (Mahindra Racing) al momento del cambio auto. Nel plotone sotto tensione, Jean-Eric Vergne ha approfittato del passaggio ai box per superare Daniel Abt, sanzionato per un consumo eccessivo di energia. Da segnalare la performance di Jennifer Nunez che ha scritto una nuova pagina di storia imponendosi come la prima donna a vincere una corsa di Formula E School Series, portando alla vittoria la Millikin High School contro altri cinque istituti di Long Beach e Santa Barbara. Il Campionato FIA Formula E si dirige ora verso il Vecchio Continente, per il debutto europeo del 9 maggio a Monaco.

Formula E Long Beach, ordine d’arrivo

1. Nelson Piquet (China Racing) 39 GIRI
2. Jean-Eric Vergne (Andretti) +1’’705
3. Lucas di Grassi (Audi Sport Abt) +2’’994
4. Sébastien Buemi (e.dams-Renault) +3’’518
5. Bruno Senna (Mahindra Racing) +8’’844
6. Jérôme d’Ambrosio (Dragon Racing) +13’’460
7. Antonio Felix da Costa (Amlin Aguri) +16’’171
8. Jaime Alguersuari (Virgin Racing) +17’’975
9. Loïc Duval (Dragon Racing) +18’’436
10. Stéphane Sarrazin (Venturi) +20’’418
Miglior giro: Nicolas Prost (e.dams-Renault) 58’’973

Formula E Long Beach, classifica campionato
1. Lucas di Grassi (Audi Sport Abt), 75 punti
2. Nelson Piquet Jr (China Racing), 74
3. Nicolas Prost (e.dams-Renault), 69
4. Sébastien Buemi (e.dams-Renault), 55
5. Sam Bird (Virgin Racing), 52
6. Antonio Felix da Costa (Amlin Aguri), 43
7. Jérôme d’Ambrosio (Dragon Racing), 42
8. Jean-Eric Vergne (Andretti), 32
9. Jaime Alguersuari (Virgin Racing), 30
10. Bruno Senna (Mahindra Racing) 28

Formula E Long Beach, classifica team
1. e.dams-Renault, 124 punti
2. Audi Sport Abt, 97
3. Virgin Racing, 82
4. Andretti, 80
5. China Racing, 74
6. Dragon Racing, 66
7. Amlin Aguri, 46
8. Mahindra Racing, 46
9. Trulli, 12
10. Venturi, 9