Ormai ci siamo, la nuova stagione 2018-2019 della Formula E sta per avere inizio! DS TECHEETAH e la monoposto elettrica di seconda generazione DS E-TENSE FE 19 sono pronti a partecipare sabato 15 dicembre alla prima tappa della nuova stagione del Campionato del Mondo di Formula E. Ventidue monoposto di nuova generazione affronteranno inedite piste che si snoderanno in nuove città, inoltre le gare saranno caratterizzate da un nuovo regolamento e dalla presenza di nuovi protagonisti. I piloti del team DS TECHEETAH, André Lotterer e il campione di Formula E in carica, Jean-Éric Vergne, porteranno al debutto nella nuova stagione, l’inedita monoposto DS E-TENSE FE 19. La vettura sarà una delle protagoniste del primo appuntamento del Campionato che si svolgerà in Arabia Saudita, nella località di Ad Diriyah, su un circuito di 2,5 chilometri che percorre il cuore della città vecchia. Il nuovo regolamento prevede gare della durata di 45 minuti di durata più un giro.

Un’altra grossa novità concederà ai cinque piloti più votati dai fan di beneficiare dell’uso del FanBoost, un surplus di potenza che permette di influenzare il risultato di ogni gara. I cinque piloti potranno essere votati fino a quindici minuti dopo l’inizio di ogni appuntamento. DS Automobiles è uno dei pochi costruttori presenti in Formula E ha poter vantare di aver messo a punto il proprio sistema di frenata by-wire, in grado di aumentare le performance della vettura. La DS E-TENSE FE 19 è spinta da un’unità elettrica in grado di sviluppare 338 CV che consente alla vettura di bruciare lo scatto da 0 a 100 km/h in appena 2,8 secondi. La batteria delle monoposto elettriche è stata potenziata fino a quota 52 kWh con l’obiettivo di eliminare il cambio della vettura durante la competizione.

Come se non bastasse, le monoposto che partecipano alla Formula E possono contare sulla modalità ATTACK MODE, che permette di aumentare la potenza delle vetture da 200 kW (RACE MODE) a 225 kW Grazie a questa modalità, i piloti avranno più occasione per effettuare sorpassi, rendendo le gare ancora più avvincenti.  Per attivare l’ATTACK MODE, il pilota deve passare in una zona di attivazione specifica, situata fuori dalla traiettoria, mentre il numero di attivazioni possibili e il periodo di utilizzo saranno scelti di volta in volta dalla FIA nel corso di ogni gara.

“La mia presenza sin dagli albori di questa disciplina del motorsport mi ha permesso di vedere i progressi notevoli della Formula E – ha dichiarato Jean-Éric Vergne che ha aggiunto – non solo per le prestazioni della monoposto, ma anche per le nuove idee che vengono adottate per promuovere le gare, come l’ATTACK MODE. In qualità di piloti, così come i fan, vogliamo delle belle gare.”