DS Virgin Racing si lancerà all’assalto delle strade di Pechino tra una settimana, con un nuovo pilota, nuovi partners e un nuovo motore. L’inizio della seconda stagione della Formula E è previsto per il 24 ottobre proprio nella città cinese e la DS Virgin Racing vuole riprendere proprio da dove aveva finito a giugno scorso.

L’anno scorso Sam Bird aveva brillato sul terreno di casa vincendo la finale di Londra. Gli inglesi vogliono continuare a crescere sulla base di una stagione inaugurale promettente, punteggiata da un’altra vittoria in Malesia. Bird farà coppia con una nuova recluta alla squadra, il francese Jean-Éric Vergne.

Con l’arrivo di DS, la vettura presenta nuovi colori per questa stagione. Il nuovo disegno rappresenta l’integrazione dinamica del marchio DS con i colori caratteristici di Virgin. Le tonalità rosse e cromo sono conservati, mentre il logo DS è messo in bella mostra su sfondo nero.

I cambiamenti non si limitano alla livrea. Le modifiche delle norme tecniche hanno permesso alle squadre di sviluppare i propri motori elettrici per la stagione. DS Performance è interamente progettata in casa, al fine di aumentare l’efficienza della vettura e sfruttare la maggiore capacità autorizzata, che va da 150kW a 170kW.

Il completamento della scorsa stagione, vincendo a Londra, è stato un momento molto speciale – dice Sam Bird all’alba della gara cinese – spero che possiamo costruire su questo slancio un buon inizio per questa nuova avventura”.

“Sono molto contento di aver aderito a DS Virgin Racing e non vedo l’ora di iniziare bene la stagione – spiega Jean-Éric Vergnenon ho corso su questo circuito lo scorso anno, quindi sarà interessante scoprire e vivere un’esperienza unica su un nuovo piano urbanistico”.
 
Dopo aver annunciato la nostra nuova partnership con Virgin Racing a giugno, gli ultimi mesi sono stati eccitanti per il marchio – dice Yves Bonnefont, CEO di DSabbiamo appena celebrato il 60esimo anniversario di DS e sarebbe bello continuare i festeggiamenti con una gara memorabile, soprattutto in Cina, che è un mercato molto importante per noi”.