E’ stato un errore dei box, non ci sono altre spiegazioni per quello che è successo nel finale di gara a Montecarlo, che ha consegnato la vittoria finale del gran premio di formula 1 di Monaco a Nico Rosberg. Lo rivela anche il team principal della Mercedes, Toto Wolff, attraverso l’account ufficiale di Twitter del team tedesco.

“Non possiamo che scusarci con Hamilton, è stato un errore di valutazione preso in un momento caldo. Abbiamo valutato male il distacco, ce ne assumiamo la responsabilità. Sono davvero dispiaciuto per Lewis, ma abbiamo commesso un errore. Oggi poteva essere una doppietta perfetta”.

Parole che fugano ogni dubbio e rivelano una debolezza organizzativa di un team che riesce a complicarsi la vita da solo anche quando gli avversari non riescono ad impensierirlo. Infatti, con questa valutazione errata dei distacchi, la Mercedes ha perso l’opportunità di fare doppietta, regalando, è proprio il caso di dirlo, il secondo posto alla Ferrari.

L’episodio ha mandato su tutte le furie anche Niki Lauda, che si è apprestato a dichiarare: “e’stato un errore incredibile ed inaccettabile. Non lo so perché abbiamo fermato Hamilton”. In effetti, non lo sa nessuno, se non qualcuno che, dopo il briefing post-gara, si prenderà le sue responsabilità.

Chiaramente, ora il campionato non è più saldamente nelle mani di Hamilton e tutti si chiedono se, nel prossimo gran premio, avverrà qualcosa di strano a Rosberg, come lo scorso anno, dopo quanto era accaduto a Monaco.

Insomma, c’è come l’impressione che il team, a parte le scuse, debba restituire i punti tolti a Lewis, soprattutto ora che il leader del box ha rinnovato il contratto e si trova nel momento migliore della sua carriera. Nel frattempo Rosberg si gode la vittoria inattesa, festeggia, come è giusto che sia, e sta alla finestra, magari aspettando che arrivi qualche altro regalo dalla buona sorte.