Lo scenario della Formula 1 è in continua evoluzione, e una squadra come la Manor, lo scorso anno condannata, inesorabilmente, al fondo dello schieramento, adesso si presenta all’inizio della stagione 2016 con nuove ambizioni.

Infatti, oltre ad aver preso uomini chiave da team importanti, come l’ex progettista della Ferrari, aver stretto rapporti commerciali fondamentali, come la fornitura di motori da parte della Mercedes, adesso ha ingaggiato un pilota, a dir poco promettente, come Pascal Wehrlein.

Si tratta del terzo pilota delle frecce d’argento, chiuso inevitabilmente dalla presenza sul sedile delle due monoposto tedesche da Hamilton e Rosberg, che ha vinto il campionato DTM, uno dei più impegnativi tra quelli destinati alle vetture a ruote coperte.

“La Manor Racing è la squadra ideale per iniziare la mia carriera in Formula 1. Sono molto contento di essere arrivato qui. Si tratta di un team piccolo ma totalmente concentrato nei gran premi: presto spero di conoscere tutti. Anche se è la mia prima stagione in F.1 il mio obiettivo è quello di aiutare Stephen (il proprietario della squadra) ed i ragazzi a raggiungere i loro obiettivi”.

Chiaramente, Werhlein è consapevole che non sarà una passeggiata debuttare in Formula 1 in gara, visto che fino ad oggi si è limitato a svolgere dei test. “Sarà una sfida difficile, ma penso che dovremmo essere in grado di lottare per i punti nel corso della stagione. Sarà divertente”.

Inoltre, il pilota tedesco non ha mancato i ringraziamenti di rito alla Mercedes ed al suo team principal, ovvero Toto Wolff, che sono riusciti ad inserirlo nel novero ristretto dei piloti di Formula 1. “Voglio spendere una parola per la mia famiglia da corsa che è la Mercedes-Benz, e in particolare per Toto, che ha seguito la mia carriera fino a questo punto, rendendo possibile questa opportunità”.

Insomma, con questo pilota, la Manor, rivista profondamente in tutte le sue componenti, mira a fare un’importante salto di qualità in Formula 1 e, magari, a raggiungere spesso la zona punti.