Conclusa la gara che lo ha visto salire sul podio per un terzo posto che appare meno edificante del primo maturato in Malesia, ma comque interessante per il prosieguo della stagione, Vettel parla del gran premio di Shanghai.

Una corsa nella quale era riuscito a riprendere le Mercedes dopo il primo passaggio ai box, anche se poi, dopo la seconda sosta, non ha potuto far altro che accontentarsi della terza posizione davanti al compagno di squadra Raikkonen.

“E’ stata una buona gara per noi. Forse siamo più vicini con le gomme soft e quindi abbiamo provato a mettere un po’ di pressione alle due Mercedes nei primi due stint, anticipando anche il pit-stop, ma poi con le gomme medie erano più veloci di noi e quindi sono riusciti a staccarci. A quel punto ho pensato solo a gestire le gomme per ottenere un altro podio, che era il nostro obiettivo”.

Quindi tutto procede secondo quanto stabilito ad inizio stagione, la squadra sta compiendo, gara dopo gara, dei significativi passi avanti, e questo rende consapevole il pilota tedesco che passare alla Ferrari sia stata la scelta giusta.

“Le sensazioni sono positive, perché siamo saliti sul podio tre volte su tre, quindi c’è stato sicuramente un buon inizio. Durante l’inverno sono cambiate tante cose a Maranello e sono davvero contento di fare parte della squadra. Tutti stanno facendo un lavoro ottimo e speriamo di avvicinarci ancora nelle prossime gare”.

Parole che fanno ben sperare, considerando il fatto che sono state pronunciate da un pilota che, seppur giovane, ha un bagaglio d’esperienza da veterano. Quindi il podio visto in Cina, con Raikkonen subito a ridosso, in quarta posizione, è un segnale positivo, un punto da cui ripartire per la prossima gara, dove la Ferrari tenterà di fare un ulteriore passo in avanti nei confronti delle Mercedes che sembrano essere tornate le monoposto invincibili di Melbourne.