Con il gran premio di Formula 1 di Spa alle porte, i protagonisti della massima formula tornano a parlare, rigenerati da un periodo di ferie che li restituisce al circus ancora più carichi e competitivi che mai. Tra questi, Vettel sembra essere quello più convinto, come si evince dalle sue ultime dichiarazioni.

Il quattro volte campione del mondo è decisamente orgoglioso del suo passaggio in Ferrari e coglie l’occasione per ribadire i miglioramenti ottenuti nel corso della stagione. Cambiamenti palesi, che qualcuno, leggi Fernando Alonso, ha guardato con sarcasmo e, forse, con un certo rimpianto.

“La prima metà della stagione è stata fenomenale – ha spiegato Vettel alla Espn – se guardiamo dove eravamo l’anno scorso e dove la squadra è oggi, in termini di prestazioni della vettura e di morale della squadra. Credo che la Ferrari abbia fatto il passo più grande di tutte le squadre. Non so perché è così difficile per alcune persone apprezzarlo. Siamo tutti molto orgogliosi e felici per quello che abbiamo raggiunto in tutti i settori”.

Parole forti, da leader, che fanno ben sperare per il futuro, visto che si riparte dal successo maturato dallo stesso pilota tedesco in Ungheria, e che il circus è proiettato a forte velocità verso il gran premio di Monza, quando si attendono ulteriori evoluzioni per la SF15-T.

Quindi, in considerazione di quanto la Ferrari è riuscita ad ottenere fino ad ora “soprattutto guardando quello che inizia a prendere forma dietro le quinte. Il progetto è promettente e sono fiducioso per il futuro”. Insomma, Vettel non si sbilancia, ma quanto meno lascia intravedere le potenzialità reali della scuderia di Maranello, che si appresta a vivere una seconda parte di stagione importante, ma si annuncia protagonista assoluta, insieme alla Mercedes, il prossimo anno.

La speranza è che questo stato d’animo positivo, mostrato da Vettel, possa contaminare tutto il team, anche il compagno di squadra Kimi Raikkonen, alle prese con un periodo difficile, e anche con un po’ di sfortuna.