Il gran premio di Formula 1 di Monza è stato colmo di emozioni per Sebastian Vettel, portato in trionfo dalla marea rossa per un secondo posto festeggiato alla stregua di una vittoria. Ma ora il circus passa ad affrontare l’esame Singapore, una pista ostica, ma nel contempo affascinante da vedere.

Così il ferrarista parla di questa gara che conosce bene: “il nostro obiettivo per il campionato è attaccare il più possibile, dobbiamo cercare di ottenere tutto quanto è possibile e non trascurare nessuna opportunità. E’ sempre difficile prevedere cosa accadrà. Negli ultimi due anni, però, qui sono andato bene. Mi piace la pista, una delle più difficili della stagione. Il circuito è unico per diversi motivi, molto dipende dal feeling con la macchina e dalla fiducia ed è questo che fa la differenza qui”.

Dunque, l’intesa con la Ferrari c’è e lo si è visto dall’inizio della stagione, e il podio dovrebbe essere alla portata, come ammette lo stesso tedesco, ma la Mercedes continua ad avere il pacchetto migliore.  “Abbiamo un buon pacchetto complessivo e speriamo di poter continuare così. In linea di massima mi trovo molto bene con la vettura di quest’anno, abbiamo corso su circuiti diversi ma eravamo competitivi più o meno ovunque. Nel complesso siamo stati abbastanza veloci per essere tra i primi cinque, anche se il nostro obiettivo è quello di finire sempre sul podio. Mercedes ha il pacchetto più forte in questo momento e se nulla va storto non c’è molto margine per i primi tre, ma abbiamo sempre sfruttato al meglio qualsiasi possibilità”.

Quindi, non rimane che capire come si adatterà la SF15-T a questa pista, iniziare a valutare le prestazioni delle monoposto durante le libere, soprattutto nelle libere 2, quando verrà provato il passo gara, e poi potremmo iniziare a fare qualche considerazione più approfondita e lo stesso Vettel avrà la situazione decisamente più chiara.