Nella giornata di oggi, Sebastian Vettel ha espresso un parere positivo sulla sua nuova monoposto, la tanto attesa SF16-H, come riportano i colleghi di Motorsport.com.

Il pilota della Ferrari è soddisfatto dell’impegno profuso dalla squadra fino ad ora. “La cosa più importante è che le sensazioni sono state buone sin dai primi giri. Abbiamo completato una notevole mole di lavoro e la monoposto ha reagito bene ai cambiamenti che abbiamo fatto. Sarà importante verificare che le mie impressioni coincideranno con quelle di Kimi. C’è ovviamente ancora molto lavoro da fare, chilometri da macinare”.

Ha lavorato su diversi aspetti. “Abbiamo operato su molti fronti, come accade quando una monoposto è ai primi passi. Ci sono tante componenti nuove sulla macchina, ed in aree differenti, quindi bisogna iniziare a capire come reagisce la vettura. Abbiamo delle aspettative, ma quando la vettura gira in pista c’è sempre qualche parametro un po’ diverso dal previsto. Bisogna monitorare le temperature, il raffreddamento, e a volte capita che ci si debba fermare ai box un po’ più del previsto per le verifiche del caso. Può anche succedere che il pilota faccia un’escursione fuori pista, come mi è accaduto stamane, perdendo un po’ di tempo. Abbiamo tanto lavoro davanti a noi, ma è un buon inizio”.

Ed apprezza le doti della nuova compagna di viaggio per la stagione 2016. “E’ una monoposto che indubbiamente rappresenta un passo avanti, ed anche la power unit è migliorata rispetto allo scorso anno. È una vettura figlia di un progetto completamente nuovo. Non è un lavoro fatto solo nei mesi invernali, ma iniziato parecchio prima. Dall’esterno si vedono le novità sull’avantreno, ma molti dei cambiamenti sono all’interno. Tante persone hanno portato il loro talento e la loro professionalità in questo progetto, e non posso che essere fiducioso”.

Inoltre, ammette che sul fronte del propulsore Ferrari c’è ancora qualcosa da fare. “E’ bello avere un rumore più forte, non è ancora del tutto come dovrebbe essere. Comunque è stato fatto un buon passo avanti”.