Non è stata una qualifica semplice, quella di Sebastian Vettel, finito quarto sulla griglia di partenza del gran premio di Formula 1 di Suzuka dietro a Bottas, tornato competitivo insieme ad una Williams decisamente a suo agio tra i cordoli del circuito giapponese.

“Possiamo essere discretamente contenti, anche se speravo di fare meglio con entrambe le macchine. E’ stata una sessione complicata, solo nel Q3 mi sono riuscito ad accendere”.

Ora Seb sa che dovrà lottare con un avversario in più che non gli consentirà di effettuare la rincorsa alle Mercedes di Rosberg ed Hamilton con relativa tranquillità. Per cui la gara si annuncia in salita per il tedesco della Ferrari.

Ma chiaramente, come è nella sua indole, il quattro volte campione del mondo non molla, rimane concentrato ed esprime un moderato ottimismo per la caccia alle due frecce d’argento. “Proveremo a lottare con le Mercedes, ma sarà molto difficile. Se tutto va normalmente, loro sono molto forti. Dobbiamo pensare a noi stessi e poi vediamo”.

Quindi, tutti in attesa della gara di domani, quando potrebbe arrivare la pioggia a conferire ulteriori chance alla Ferrari ed alle altre squadre. Infatti, l’incognita del tempo è da sempre una caratteristica di Suzuka, dove le condizioni meteo possono variare molto velocemente.

Vedremo allora se Seb avrà l’occasione di sfruttare le sue qualità di guida sul bagnato o se dovrà affrontare una difficile gara sull’asciutto. Ad ogni modo le Mercedes sembrano aver risolto i problemi di elettronica che hanno afflitto le power unit delle due monoposto durante il gran premio di Singapore, anche se, alla luce dei tempi in pista, se domani Rosberg ed Hamilton viaggeranno con una mappatura più conservativa, il distacco non appare così esagerato come in passato.

Comunque, la Ferrari dovrà sfruttare al massimo la mattinata di domani per mettere a punto gli ultimi ritocchi all’assetto che causava alla SF-15T delle perdite d’aderenza al posteriore.