Nonostante il divario prestazionale che si è visto in Canada, Sebastian Vettel è pieno di speranza per il gran premio di Formula 1 d’Austria e non vede l’ora di scendere in pista. Nell’ultima gara è stato costretto a partire nelle retrovie e comunque ha ottenuto un ottimo quinto posto, ma adesso vuole lottare per la pole position e mettere pressione alle Mercedes durante la gara. Chiaramente, è consapevole della situazione, e confida in qualche difficoltà delle frecce d’argento.

“Noi cerchiamo sempre di lottare per la vittoria, abbiamo una macchina forte e un buon pacchetto: se tutto va per il verso giusto possiamo lottare per stare davanti. Questo è un evento bello con tanto pubblico, ma dobbiamo essere realisti: per sfidare la Mercedes serve un weekend perfetto, sperando che loro facciano degli errori. In condizioni normali resta difficile batterli, c’è ancora un gap importante: può variare da pista in pista e non è facile ridurlo” .

Ovviamente l’importante è lavorare duro per avvicinarsi sempre di più. “La Mercedes è forte e anche loro lavorano molto per restare davanti, ma il nostro obiettivo è di fare progressi ancora più grandi: spero di poterci avvicinare ancora di più a loro nella seconda parte della stagione. Gli sforzi fatti sono notevoli, ma ne serviranno altri”.

Poi Seb torna a parlare dei rumors relativi all’altro sedile in Casa Ferrari, quello di Raikkonen, sempre più caldo, e del fatto che possa arrivare Nico Hulkenberg a sostituire il pilota finlandese, e lo fa con ironia, pur riconoscendo meriti al suo connazionale.”Gli faccio i complimenti per Le Mans, qui nel paddock siamo tutti un po’invidiosi per quello che ha fatto lui, ma non leggo molto i giornali per il resto”.

Insomma, Vettel è pronto a mettere le ruote in pista, a concentrarsi sulla gara, e vuole indirizzare tutte le sue attenzioni sulla messa a punto della vettura, senza lasciarsi distrarre troppo dalle voci destabilizzanti che circolano nel paddock.