Continuano i test della Formula 1 a Barcellona e i team affinano le loro monoposto per trovare un assetto da mondiale. Inutile dire che gli occhi di tutti sono puntati ancora su Vettel, autore della miglior prestazione di ieri con le morbide, e sulle Mercedes.

Ebbene, il tedesco della Ferrari non smentisce le attese e si conferma il più veloce di tutti provando le gomme ultrasoft della Pirelli, le nuove mescole per la stagione 2016. Si tratta di una notizia che fa sicuramente bene agli appassionati, da tempo in attesa di una Ferrari da primato.

Il tempo ufficiale è di 1’22”810, al momento irraggiungibile per chiunque, anche se bisogna dire che Rosberg ha utilizzato solamente le gomme morbide, quindi il riferimento cronometrico del figlio d’arte è da prendere con le molle.

Inoltre, il tedesco della Mercedes ha compiuto la bellezza di 172 giri, si, avete capito bene, 172 giri, roba da gara di durata piuttosto che da Formula 1 e questo la dice lunga sulle condizioni d’affidabilità delle frecce d’argento.

La notizia è che anche Alonso è arrivato ad una quota interessante, ovvero 100 giri, un dato impensabile fino a pochi mesi fa, e che quindi fa ben sperare lo spagnolo, almeno per quanto riguarda la durata dei suoi GP, di solito troppo corta da irritarlo profondamente.

Insomma, il dato di Vettel è da accogliere sicuramente con entusiasmo, ma la sequenza di giri inanellata da Rosberg rappresenta un segnale importante, da non sottovalutare. La Mercedes si è nascosta sulle prestazioni pure e deve ancora mostrare il suo vero potenziale.

Domani sarà il turno di Raikkonen sulla SF16-H, e chissà se il finlandese riuscirà a ripetere i risultati positivi del compagno di squadra? Vedremo, nel frattempo, la monoposto del Cavallino Rampante mostra i muscoli e cerca di impressionare la Mercedes a suon di giri veloci.