Non è stato certo un risultato soddisfacente il quarto posto maturato da Vettel nelle qualifiche del gran premio di Formula 1 di Sochi, in Russia, il pilota della Ferrari domani sarà costretto a partire in seconda fila dietro Valtteri Bottas, un osso duro da superare per chiunque.

Così, dopo le prove di qualificazioni, Seb, ha analizzato la situazione in pista. “Credo che fosse possibile battere le Williams, avremmo potuto fare di più. Eravamo partiti molto bene in qualifica nella Q1, poi ho progressivamente perso feeling di guida con la vettura. Alla fine non sono riuscito a mettere assieme un buon giro. O meglio, non è stato male ma quando perdi la terza posizione per mezzo centesimo non puoi certo essere contento”.

Successivamente, ha ammesso che domani sarà in grado di lottare con la Williams, ma che le Mercedes sono molto avanti. “Credo sia davvero possibile lottare con le Williams nella gara di domani, credo di essere in possesso di una buona macchina e sono molto fiducioso per la gara di domani, a dire il vero. Per quanto riguarda le Mercedes sono davanti di circa un secondo rispetto a noi , purtroppo, quindi vedremo cosa riusciremo a fare. Se ci sarà l’opportunità di lottare con loro dovremo essere pronti a coglierla. Sarebbe stato certamente più semplice se fossimo stati più vicini a loro, magari anche solo di una posizione, ma vedremo cosa accadrà domani”.

Infine, ha rivelato di aver pensato di essere meno distante dalle frecce d’argento. “Pensavo che il gap dalle Mercedes fosse più ridotto, ma penso che in gara, nella giornata di domani, potrà essere più piccolo. In gara lotteremo con le Williams, non sono sicuro invece possa succedere con le Mercedes, ma vedremo”.

Dunque, un Vettel che non si arrende, ma che è consapevole delle difficoltà che lo attendono domani dopo lo spegnimento dei semafori.