Decimo podio stagionale, quello di Suzuka, per Sebastian Vettel, ormai capitano tra i cordoli della squadra di Maranello ed una certezza ad ogni weekend di gara. Il campione tedesco fa un’analisi della gara giapponese nella quale ha dovuto cedere la seconda posizione a Rosberg.

“Se fossimo rientrati ai box un giro prima sarebbe stato tutto più impegnativo per Nico, perché non è così semplice rimanere vicino alla vettura che ti precede nelle parti veloci della pista. Non so se sarebbe bastato, però forse ho sottostimato il suo giro d’uscita, ma con il senno di poi è sempre facile parlare”.

Comunque, c’è mancato poco, e la Ferrari ha potuto lottare con la seconda Mercedes ad armi pari. “Ci abbiamo provato. Pensavamo di essere al sicuro perché le gomme erano in condizioni discrete. Credo che Nico sia rimasto sorpreso del passo che ho avuto nel suo giro di uscita, inoltre ero contento del mio giro di rientro, ma è stata una questione di un paio di decimi”.

Purtroppo però, le frecce d’argento oggi erano decisamente in palla, come ha dimostrato Lewis Hamilton che ha salutato la compagnia alla partenza ed ha imposto a tutti un ritmo difficile da sostenere. Ma nonostante ciò, Vettel si è mostrato contento per il risultato acquisito, arrivato dopo un weekend difficile. “In ogni caso dico che è stata una bella giornata, nella quale abbiamo fatto un bel recupero, perché venerdì le cose non erano andate troppo bene per noi: c’era il bagnato, ma non avevamo trovato delle sensazioni positive. Sabato però abbiamo lavorato bene, facendo una buona qualifica e trovando il passo per artigliare un altro podio oggi”.

Quindi, bicchiere mezzo pieno per il quattro volte campione del mondo, che sta affinando una Ferrari sempre più competitiva, in crescita in questo finale di campionato, e proiettata ad avere un ruolo da protagonista durante la prossima stagione.