La formula sbarca a Shanghai, in Cina, ed il circus si prepara alla battaglia tra la Mercedes, ferita nell’orgoglio in Malesia, e la Ferrari, fiera della rinnovata competitività e pronta a sferrare un altro attacco alle frecce d’argento.

Hamilton e Rosberg hanno preso il volo dopo essere passati nella loro factory, convinti di avere una strategia per riprendersi le loro posizioni in gara, ma sarà la pista a dirci se il team Mercedes sia riuscito o meno a trovare la medicina giusta per recuperare la sua invincibilità.

Intanto Vettel torna nel circuito in cui per lui è iniziato il suo ciclo vincente con la Red Bull. Infatti, nel 2009 il talento della Ferrari colse il suo primo successo al volante della Red Bull, il primo dei tanti, oggi arrivati a quota 37 con la vittoria in Malesia insieme alla Ferrari.

L’aspetto più interessante è che nel 2009 pioveva, ed allora Vettel fece valere le sue doti di grande sensibilità sul bagnato, proprio come nelle qualifiche dello scorso gran premio di Sepang. Il tracciato di Shanghai per lui è una pista magica, un circuito in cui Seb, come lo chiama Arrivabene, è diventato quel pilota implacabile e spietato con gli avversari che ha conquistato quattro mondiali in maniera strabiliante.

Ma non solo, la pista cinese è anche quella dove Michael Schumacher ha  vinto il suo ultimo gran premio nel 2006, rappresenta l’ultimo atto del grande spettacolo messo in scena dal sette volte campione del mondo, dall’uomo dei record della formula 1, prima di lasciare il suo testimone ad un erede designato, ovvero Vettel, che ha fatto suoi i consigli del Kaiser e li ha capitalizzati al massimo.

Quindi, nel prossimo gran premio verrà suggellato anche nella mente dei tifosi ferraristi questo passaggio di consegne virtuale, voluto dalla storia, proprio su quella pista in cui Schumi ha chiuso il suo ciclo vincente e Seb l’ha iniziato.

Si tratta di un sublime crocevia di destini, di un ricongiungimento tra passato e presente che deve essere valutato come un aspetto positivo dagli uomini in rosso, per cogliere il meglio dalla SF15-T e continuare la rincorsa al mondiale appena iniziata in Malesia.