Alla fine, il gran premio del Brasile di Formula 1 è stato positivo anche per Kimi Raikkonen: il duello con Bottas, alla partenza, non ha dato esito all’ennesimo crash, e la quarta posizione ha portato punti pesanti in Casa Ferrari.

Oltre tutto, Iceman non ha avuto inconvenienti tecnici, ed anche questa è una bella notizia. Insomma, il periodo nero sembra essere alle spalle e il pilota finlandese può prepararsi con serenità all’ultima gara stagionale. Nonostante questo però, Raikkonen, non è soddisfatto del risultato maturato ad Interlagos, avrebbe voluto fare di più e, magari, giocarsi con Vettel la terza posizione.

Purtroppo però, ha dovuto combattere con il degrado delle gomme e questo l’ha rallentato. “Non è accaduto molto oggi. La partenza è stata abbastanza buona, perché sono riuscito a mantenere la mia posizione. Poi ho seguito Seb, ma ho iniziato a dover lottare contro il degrado delle gomme soft. Con le medie invece sono andato bene nei primi giri, poi i tempi si alzavano, quindi non sono troppo contento di come le ho gestite”.

Il mea culpa sul finire di queste dichiarazioni, anticipa altre affermazioni nelle quali parla di strategia:  ”alla fine ho provato a fare la strategia sulle due soste, cercando di sfruttarle al meglio, ma alla fine ero lontano da Sebastian, quindi ho dovuto semplicemente tenere la posizione fino alla fine”.

Dunque, nonostante la voglia di lottare fino all’ultimo giro, Raikkonen ha dovuto accontentarsi del quarto posto, favorito anche dal vantaggio acquisito su Bottas che gli ha consentito di guidare nelle fasi finali della gara con una certa tranquillità.

Quindi, nessun processo del lunedì per il finlandese della Ferrari, nessuna critica, come non accadeva da tempo. Un fatto positivo, che potrebbe regalare ad Iceman quella tranquillità con cui lavorare per tornare ancora più concreto e competitivo nel 2016, quando potrebbe avere una monoposto in grado di lottare seriamente con le due Mercedes.