Nelle gare di Formula 1 non capita certo di rado di correre sotto la pioggia, un elemento in grado di amplificare lo spettacolo e di ridurre il gap tra le monoposto favorendo, nel contempo, i piloti più audaci. Così, la Pirelli ha deciso che il 25 ed il 26 gennaio ci sarà la possibilità di testare e sviluppare le gomme da utilizzare su asfalto bagnato.

Chiaramente, c’è stata la consueta autorizzazione della FIA, e così, nelle giornate in questione, il circuito di Le Castellet verrà bagnato in maniera artificiale per dare la possibilità ai piloti di provare il nuovo Cinturato full wet.

Tra i team che hanno dato la loro adesione spicca la Red Bull, ma, soprattutto, la Ferrari. Comunque, il dato interessante è che la Mercedes non ci sarà, per cui sarà fondamentale fare quanta più esperienza possibile con queste gomme in determinate condizioni, al fine di capitalizzare al massimo il lavoro.

Certo è che ci sarà poco tempo per girare, visto che le condizioni di bagnato estremo dovranno via via essere ripristinate per avere sempre la stessa aderenza sul circuito. Comunque, potrebbero partecipare sia Kimi Raikkonen che Sebastian Vettel alle prove in questione, in modo da poter valutare al meglio tutti i dati raccolti.

Al momento però, non è chiaro se ci saranno entrambi i piloti della rossa, ma è sicuro invece che prenderà parte al test Daniil Kvyat, che quest’anno ha fatto vedere buone cose su asfalto bagnato. Per la McLaren invece ci sarà il fresco vincitore del campionato di GP2, categoria propedeutica alla Formula 1, Stoffel Vandoorne.

Quindi il Paul Ricard sarà il primo circuito dove si tornerà a provare le Formula 1, e, anche se bisognerà attendere ancora un po’ per vedere le monoposto del 2016, è un segnale che ormai le vacanze sono finite, e che i team ricominciano a fare sul serio per avvantaggiarsi il più possibile prima della gara inaugurale.