La Formula 1 non perderà il tracciato di Monza. In attesa della comunicazione ufficiale, sembrerebbe che Bernie Ecclestone accetterà l’offerta per continuare a disputare fino al 2019 il Gran Premio d’Italia sul tracciato brianzolo. L’impegno economico prevedrà il pagamento alla Fom, la società che possiede i diritti commerciali del Circus, di 22 milioni di euro per la gare del 2017 e 2018 e di 24 milioni per il Gran Premio d’Italia 2019.

Chi contribuirà a pagare i 68 milioni di euro per continuare a vedere la Formula 1 a Monza?  L’importante investimento sarà garantito dai fondi Aci, stanziati dalla legge di stabilità per la salvaguardi del Gp d’ Italia, e dai 5 milioni di euro annui versati dalla Regione Lombardia. Molto probabilmente ci sarà anche un cambio societario nella Sias, la società che gestisce il tracciato di Monza: ad oggi costituita per il 70% dall’Automobile Club Milano e il restante 30% dalla sua immobiliare, passerà per la maggior parte delle quote azionarie all’Automobile Club d’Italia e quelle di minoranza alla Regione Lombardia e allo stesso A.C. Milano. L’attesa conferma del rinnovo di Monza dice addio alla possibilità di rivedere la Formula 1 a Imola, annunciata in passato ma di difficile realizzazione.Nonostante fossero tanti gli appassionati a voler rivedere le monoposto tra le curve tra tracciato del Santerno, le possibilità di una “vittoria” di Imola su Monza era alquanto improbabile.