Ha comandato la gara dopo una partenza spettacolare, da antologia, poi ha pagato la scelta di una strategia sbagliata, dopo la bandiera rossa, e sul finale ha provato a lottare con Hamilton per il secondo posto ma ha dovuto accontentarsi del podio. Stiamo parlando di Sebastian Vettel, l’osservato speciale di questo gran premio di Formula 1 d’Australia 2016.

Il quattro volte campione del mondo, se ne va da Melbourne con l’amaro in bocca, ma facendo una corretta analisi della gara. “Naturalmente lo scorso io e la Ferrari arrivammo qui dopo una stagione molto complessa. Il podio dello scorso anno fu un buon risultato ed eravamo molto contenti. Quest’anno volevamo di più. Ieri volevamo essere più vicini alle Mercedes, ma credo che l’ottima notizia di oggi sia stata la grande partenza che abbiamo fatto e poi siamo rimasti davanti. Non potevamo chiedere di meglio. Siamo riusciti a imporre e dettare il ritmo della gara. Poi la bandiera rossa di certo non ci ha aiutati. La cosa più importante, però, è che Esteban e Fernando siano illesi. I commissari hanno preso ovviamente la decisione più corretta possibile, la bandiera rossa era giusta”.

A quel punto la strategia non è stata delle migliori e Seb lo ammette, prendendosi anche le sue responsabilità. “Possiamo dire che avremmo dovuto fare meglio nella strategia nel momento in cui la corsa era ferma, ma i ragazzi del team hanno fatto questa scelta e io ero d’accordo con loro. Non ha funzionato, ma sappiamo che non siamo ancora dove vorremmo essere. Allo stesso tempo abbiamo visto che andiamo molto meglio. C’è molto lavoro da fare, ma penso che siamo sulla strada giusta. Questa vettura ci dà molte più possibilità di lavorare rispetto a quella dello scorso anno. E’ naturale volere la vittoria quando sei così vicino ad ottenerla. Non ce l’abbiamo fatta, non possiamo essere contenti del tutto, ma l’inizio è stato buono”.

Parole che lasciano intendere un prosieguo della stagione di Formula 1 2016 differente, dove le vittorie potrebbero essere molte di più rispetto alle tre dello scorso anno.