Nel Gran Premio del Belgio, sul circuito storico di Spa, succede tutto ed il contrario di tutto: Rosberg vince e convince, riuscendo ad accorciare sino a soli 9 punti di distanza da Lewis Hamilton. Il britannico è partito dall’ultimo posto ma è riuscito a rimontare fino al 3° posto. In seconda posizione si posiziona Daniel Ricciardo a bordo della Red Bull. Male le Ferrari che sono partite, entrambe, dalla seconda fila ma si sono, da sole, messe i bastoni fra le ruote, toccandosi vicendevolmente alla prima curva: Vettel gira stretto ma per evitare Verstappen all’interno allarga la sua traiettoria e prende in pieno Raikkonen. Alla fine le Ferrari chiudono la gara al 6° e al 9° posto, rispettivamente, con Vettel e Raikkonen.

Il GP di Spa ha dimostrato ancora una volta la velocità, la qualità e la potenza delle Mercedes e la poca propensione alla vittoria della Ferrari che non sale, tra l’altro, sul podio da quattro GP consecutivi. La Red Bull, d’altro canto, può vantare uno dei sue piloti, Ricciardo, sul podio ma Max Verstappen, che nelle qualifiche era riuscito ad arrivare secondo, chiude solamente in dodicesima posizione. Buono il settimo posto dello spagnolo Fernando Alonso che con la sua Honda McLaren è riuscito a fornire un’ottima prestazione.

Nico Rosberg al termine della gara ha dichiarato: ”Grazie mille a tutti, è stato un gran bel weekend, completato da una grande gara. Per me oggi tutto è andato per il meglio. Qui in Belgio c’è sempre una grande atmosfera. Ringrazio il pubblico, oltre ovviamente al mio team per l’ottimo lavoro svolto. Complimenti, poi, anche a Hamilton per la bella rimonta che ha fatto, arrivando sul podio”.

Il compagno di squadra del tedesco, Hamilton, invece ha affermato: “Abbiamo compiuto un lavoro fantastico sono molto contento di questo terzo posto arrivato dopo il cambio dei motori. È stata una bellissima gara e qui ho trovato un clima davvero straordinario con un pubblico incredibile”.

“Senza questo incidente sarebbe stato un weekend discreto – afferma Kimi Raikkonen – la velocità della macchina era buona, è difficile dire cosa avremmo potuto fare ma credo che sarebbe stato un weekend discreto. E invece è andato tutto male”. Per quanto riguarda Verstappen, il finlandese ha dichiarato: “Va bene lottare ma dopo la curva Eau Rouge ho dovuto frenare altrimenti l’avrei colpito, mi è venuto addosso e se non avessi frenato ci sarebbe stato un grosso incidente”.

Il tedesco della Ferrar, Vettel, i non ha visto Verstappen e ha dichiarato: “Era impossibile vedere Verstappen all’interno e purtroppo ci siamo toccati con Kimi”. “Fortunatamente siamo riusciti ad andare avanti e a chiudere a punti – aggiunge il tedesco – oggi potevamo salire entrambi sul podio, abbiamo fatto progressi. Monza è una pista diversa da questa ma dovremmo andare bene”.

Classifica Formula 1 – Top 10

  1. Lewis Hamilton Mercedes AMG Petronas F1 Team 232
  2. Nico Rosberg Mercedes AMG Petronas F1 Team 223
  3. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 151
  4. Sebastian Vettel Scuderia Ferrari 128
  5. Kimi Räikkönen Scuderia Ferrari 124
  6. Max Verstappen Red Bull Racing 115
  7. Valtteri Bottas Williams Martini Racing 62
  8. Sergio Pérez Sahara Force India F1 Team 58
  9. Nico Hülkenberg Sahara Force India F1 Team 45
  10. Felipe Massa Williams Martini Racing 39